Venerdì, 30 Giugno 2017 12:26

I medici negano a Charlie di morire a casa

Scritto da

LONDRA  - Al cosiddetto "esercito di Charlie" che ha donato 1,4 milione di sterline per le cure negli Stati Uniti che gli sono state negate, i genitori hanno fatto sapere che "Charlie morirà sapendo che è stato amato da migliaia di persone - grazie a tutti per il vostro sostegno".

La Corte europea dei diritti umani, interpellata sulla drammatica vicenda, ha dato ragione ai tribunali britannici che hanno sostenuto la legalità della sospensione delle cure al bimbo, colpito da una rarissima malattia genetica, che non lascia speranze di sopravvivenza. 

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Mafia capitale: è ora di modificareil 416 bis

Crolla l'associazione di stampo mafioso. Così hanno stabilito i giudici del tribunale penale di Roma a conclusione del processo denominato “Mafia Capitale”. Da qui a dire che a Roma non ci...

Vincenzo Musacchio - avatar Vincenzo Musacchio

Scontro fra titani: Cicciolina contro Di Maio

Nella sua personale crociata contro i vitalizi dei parlamentari, Luigi di Maio ha avuto l’ardire di citare Ilona Staller, la popolare Cicciolina che nel 1987 fu eletta deputata ed entrò...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208