Venerdì, 21 Luglio 2017 10:35

Usa: l'amministrazione Trump cancella centinaia di regolamenti dell'era Obama

Scritto da

WASHINGTON - L'attivita' dell'amministrazione presidenziale di Donald Trump, ostacolata dalle polemiche incessanti sulla presunta "collusione" con la Russia e dalle divisioni della maggioranza repubblicana al Congresso, procede spedita almeno su un fronte: quello della deregolamentazione.

La Casa Bianca, infatti, ha "congelato" o revocato centinaia di norme e regolamenti varanti dall'amministrazione precedente, quella di Barack Obama, e che erano gia' in vigore o sarebbero entrate in vigore a breve. Ieri l'Ufficio per la gestione e il bilancio della Casa Bianca ha fatto il punto del processo di deregolamentazione, illustrando i provvedimenti gia' revocati o quelli che lo saranno a breve, con l'obiettivo di liberare il settore privato dai lacci che ne ostacolano l'attivita'; tra i regolamenti "bersaglio" della nuova amministrazione, sottolinea pero' la "Washington Post", ci sono anche quelli riguardanti la tutela dell'ambiente e dei lavoratori. Stando al resoconto fornito ieri dalla Casa bianca, i regolamenti che sono stati revocati o sospesi, o che subiranno questa sorte nelle prossime settimane, sono in tutto 860; di questi, 469 verranno del tutto abrogati, mentre gli altri verranno rivalutati, per stabilire se modificarne i contenuti o eliminarli del tutto.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]