Domenica, 28 Novembre 2010 21:24

Dov'è Julian Assange?

Scritto da

NEW YORK - Julian Assange è di nuovo al centro dell'attenzione mondiale, ma è di fatto un fantasma: non si sa dove si trovi, nè cosa progetti di fare. È «scomparso» dal 18 novembre scorso, quando la magistratura svedese ha spiccato nei suoi confronti un mandato d'arresto internazionale per stupro e molestie, dopo l'accusa di due donne. Oggi si è collegato in videoconferenza con la conferenza dei giornalisti investigativi ad Amman, in Giordania.

«La Giordania non è il posto migliore dove stare se ti cerca la Cia», ha detto Assange, spiegando di non poter rivelare dove sia in questo momento. Fin dalla nascita, un alone di mistero circonda la sua figura, a cominciare dalla data di nascita: Julian Paul Assange è nato nel 1971, ma non si sa quando. L'hacker-giornalista più famoso al mondo ritiene di essere vittima di persecuzione, di essere oggetto di diffamazione per aver pestato troppi piedi, a partire da quelli del Pentagono, per aver pubblicato 400.000 documenti segreti sulla guerra in Iraq e 77.000 su quella in Afghanistan. Altrettanto misteriose le sue fonti, forse militari o dissidenti di ogni Paese. I suoi critici, in gran parte hacker come lui, lo accusano di avere qualche «gola profonda» nella Cia o in altri servizi di intelligence, che lo «utilizzano per una nuova forma di cyber-war». «Chiamatemi Mendax (bugiardo). Ma nel senso oraziano di 'splendide mendax' (magnificamente bugiardo)». Secondo la leggenda, il primo nome di battaglia scelto in Australia dall'allora 16enne futuro fondatore di Wikileaks era ispirato dal poeta latino Orazio. Gli anni sono passati, e le cose si sono fatte più serie: «La rivelazione di documenti di intelligence è molto spesso un atto di coscienza nell'interesse della gente», ha detto in un'intervista al New Yorker. Assange ha cercato, prima che esplodesse il suo caso giudiziario per reati sessuali, di costruirsi una base operativa in Svezia, Paese che ha leggi molto stringenti a tutela dei giornalisti e della libertà di stampa. La Svezia è poi la terra del partito dei pirati, un porto 'sicurò per un hacker che pubblica documenti segreti e scottanti. Il 18 novembre però, un magistrato svedese ha chiesto e ottenuto un mandato di arresto recepito dall'Interpol. Qualche giorno prima, Assange aveva affermato di voler chiedere asilo politico alla Svizzera. Per ora non risulta lo abbia fatto: quel che è certo è che si è volatilizzato.

(fonte: Ansa)

Correlati

Cerca nel sito

BANKSY-banner-metamorfosi-300x300.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Dopo 40 anni lo scienziato Roberto Crea dalla California ritorna in Calabria

Dopo 40 anni lo scienziato Roberto Crea dalla California ritorna in Calabria

A Lamezia Terme nasce la Fondazione Dulbecco per lo studio e la produzione di anticorpi monoclonali di pronectine 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Scuola. La supremazia del banco

Scuola. La supremazia del banco

Bando europeo pubblicato, gara avviata, in attesa di aggiudicazione. In palio migliaia di banchi monoposto per una serena ripartenza delle scuole a settembre. Il dibattito pubblico intorno alla scuola ai tempi...

Francesco Pettinari - avatar Francesco Pettinari

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]