Venerdì, 26 Giugno 2015 09:52

Fmi ottimista, Grecia pagherà il debito. VIDEO

Scritto da

Il Fondo monetario internazionale è ottimista: la Grecia pagherà il suo debito e non farà la fine di Somalia, Sudan o Zimbabwe.

“Ci aspettiamo che il pagamento sia effettuato il 30 giugno, che è quel che le autorità greche hanno dichiarato pubblicamente”, ha affermato Rice, che ha anche negato che il Fondo sia il “cattivo”, il più rigido, nei negoziati: “Le tre istituzioni – la Commissione europea, la Banca centrale europea e l’Fmi – la pensano tutte allo stesso modo, e hanno presentato una posizione comune”. In realtà il Fondo monetario internazionale ha sollevato dubbi sulla proposta presentata da Atene, in particolare sull’aumento delle tasse per finanziare le pensioni. “Secondo alcuni analisti – spiega il nostro corrispondente Stefan Grobe – l’Fmi avrebbe una posizione più rigida sulla Grecia che su altri paesi. La ragione potrebbe essere politica. La direttrice Christine Lagarde si presenterà per un nuovo mandato l’anno prossimo, e deve mostrare agli scettici paesi emergenti membri del Fondo che sa essere severa con l’Europa”.

Correlati

Cerca nel sito

BANKSY-banner-metamorfosi-300x300.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Da Cardito nella Terra dei Fuochi un'artista unica che utilizza intense dinamiche cromatiche per intraprendere un profondo scavo psicologico

Alessandro Spadoni - avatar Alessandro Spadoni

Quando il laboratorio scientifico diventa "l'armeria del commerciale"

Quando il laboratorio scientifico diventa "l'armeria del commerciale"

Intervista a Serlio Selli, direttore del laboratorio di Cromatos, l'azienda che colora il nostro vivere quotidiano 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]