Menu
Crisi. Il 30% delle persone a rischio povertà

Crisi. Il 30% delle persone a rischio povertà

ROMA - Drammatico il rapportodell’Istat sulle 'Condizioni di vita e...

Francia, Hollande nomina Cazeneuve al posto di Valls

Francia, Hollande nomina Cazeneuve al posto di Valls

PARIGI - Il ministro dell'Interno francese Bernard Cazeneuve sostituira' il...

Referendum. Congelate le dimissioni di Renzi fino alla legge di bilancio

Referendum. Congelate le dimissioni di Renzi fino alla legge di bilancio

ROMA - Dopo il congelamento delle dimissioni di Matteo Renzi...

Olio di Palma. Amnesty all’attacco delle multinazionali

Olio di Palma. Amnesty all’attacco delle multinazionali

Pesante attacco di Amnesty International nei confronti delle multinazionali che...

Referendum: il no stravince. Renzi sfiduciato dagli italiani

Referendum: il no stravince. Renzi sfiduciato dagli italiani

La nuova casta dell’Esecutivo Renzi se ne torna a casa....

Referendum. Vince il No. Renzi si dimette, il popolo è sovrano

Referendum. Vince il No. Renzi si dimette, il popolo è sovrano

ROMA - Se vince il no lascio Palazzo Chigi e...

Austria, il nuovo presidente "verde" è Alexander Van der Bellen

Austria, il nuovo presidente "verde" è Alexander Van der Bellen

VIENNA - In Austria il verde Alexander Van der Bellen è...

Piccolo Eliseo. “Risorgi”. Ogni battuta vale il biglietto

Piccolo Eliseo. “Risorgi”. Ogni battuta vale il biglietto

ROMA - Si va a teatro per assistere a una...

Austria, elezioni presidenziali. Sfida tra verdi e ultra destra

Austria, elezioni presidenziali. Sfida tra verdi e ultra destra

VIENNA - Urne aperte in Austria per le elezioni presidenziali...

Referendum, urne aperte fino alle 23, votano 46 milioni di italiani

Referendum, urne aperte fino alle 23, votano 46 milioni di italiani

ROMA  - Urne aperte dalle 7 di questa mattina e...

Prev Next

Indonesia: Jakarta attentati in centro. E' allarme terrorismo

Indonesia: Jakarta attentati in centro. E' allarme terrorismo

Almeno 7 i morti. Ferito gravemente olandese diopendente dell'ONU

JAKARTA - A Jakarta sembra sia scoppiata una vera e propria guerra. Da alcune ore la città è teatro di sparatorie e attentati.  Una  forte esplosione ha colpito il centro commerciale Sarinah. C'e' almeno un morto, secondo quanto riferiscono fonti locali. Dopo l'esplosione sono stati sentiti colpi di pistola, in una zona che ospita anche molti hotel di lusso, ambasciate e uffici. Gli autori degli attentati sarebbero un gruppo  legato allo Stato Islamico, secondo le fonti governative. E non è tutto. Gli assalitori hanno tra l'altro  attaccato una centrale di polizia in pieno centro facendo esplodere granate.

La polizia indonesiana ha circondato l'edificio, il Cackrawala, sulla via Janal Thamrin a Giacarta, sede  tra l'altro degli uffici dell'Onu, all'interno del quale si erano  asserragliati uno o più assalitori armati.  Un olandese dipendente delle Nazioni  Unite è rimasto gravemente ferito negli attacchi, come ha confermato un portavoce del  ministero degli Esteri a L'Aia, smentendo la notizia della sua morte  diffusa in precedenza dalla radio di stato Nos, mentre i cinque  assalitori sarebbero morti durante gli scontri a fuoco con la polizia. Il ministero degli  Esteri olandese ha invitato tutti i suoi cittadini presenti a Giacarta a non lasciare le loro case. 

Nel frattempo è arrivato anche l'appello alla calma di fronte  all'"azione terroristica"  dal presidente indonesiano Joko  Widodo. "Non dobbiamo avere paura né lasciarci sconfiggere da questo  atto terroristico", ha affermato il presidente citato dal sito  Kompas.com. "Mi appello alla gente perché mantenga la calma", ha  aggiunto.

Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208