Menu
Crisi. Il 30% delle persone a rischio povertà

Crisi. Il 30% delle persone a rischio povertà

ROMA - Drammatico il rapportodell’Istat sulle 'Condizioni di vita e...

Francia, Hollande nomina Cazeneuve al posto di Valls

Francia, Hollande nomina Cazeneuve al posto di Valls

PARIGI - Il ministro dell'Interno francese Bernard Cazeneuve sostituira' il...

Referendum. Congelate le dimissioni di Renzi fino alla legge di bilancio

Referendum. Congelate le dimissioni di Renzi fino alla legge di bilancio

ROMA - Dopo il congelamento delle dimissioni di Matteo Renzi...

Olio di Palma. Amnesty all’attacco delle multinazionali

Olio di Palma. Amnesty all’attacco delle multinazionali

Pesante attacco di Amnesty International nei confronti delle multinazionali che...

Referendum: il no stravince. Renzi sfiduciato dagli italiani

Referendum: il no stravince. Renzi sfiduciato dagli italiani

La nuova casta dell’Esecutivo Renzi se ne torna a casa....

Referendum. Vince il No. Renzi si dimette, il popolo è sovrano

Referendum. Vince il No. Renzi si dimette, il popolo è sovrano

ROMA - Se vince il no lascio Palazzo Chigi e...

Austria, il nuovo presidente "verde" è Alexander Van der Bellen

Austria, il nuovo presidente "verde" è Alexander Van der Bellen

VIENNA - In Austria il verde Alexander Van der Bellen è...

Piccolo Eliseo. “Risorgi”. Ogni battuta vale il biglietto

Piccolo Eliseo. “Risorgi”. Ogni battuta vale il biglietto

ROMA - Si va a teatro per assistere a una...

Austria, elezioni presidenziali. Sfida tra verdi e ultra destra

Austria, elezioni presidenziali. Sfida tra verdi e ultra destra

VIENNA - Urne aperte in Austria per le elezioni presidenziali...

Referendum, urne aperte fino alle 23, votano 46 milioni di italiani

Referendum, urne aperte fino alle 23, votano 46 milioni di italiani

ROMA  - Urne aperte dalle 7 di questa mattina e...

Prev Next

L’Eurogruppo da 10,3 miliardi alla Grecia. Ancora austerity

L’Eurogruppo da 10,3 miliardi alla Grecia. Ancora austerity

BRUXELLES - Dopo intensi confronti i ministri delle Finanze dell'Eurozona hanno approvato la seconda tranche di aiuti da 10,3 miliardi di euro per la Grecia e hanno raggiunto un accordo sull'alleggerimento del debito, come richiesto dal Fondo monetario internazionale. 

"Questo e' un momento importante nell'ambito del lungo programma greco e un momento importante per tutti noi dopo la scorsa estate quando abbiamo attraversato una pesante crisi di fiducia tra di noi", ha affermato il capo dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, al termine della cruciale riunione finita a tarda notte. 

I 19 ministri di Eurolandia si sono incontrati a Bruxelles all'indomani del via libera da parte del governo di Atene al nuovo pacchetto di riforme, tra tagli alle spese e aumenti delle tasse, imposto in cambio degli aiuti. "L'Eurogruppo ha raggiunto un accordo su un pacchetto di misure per il debito che saranno progressive", ha aggiunto Dijsselbloem per rassicurare l'Fmi. L'organizzazione guidata da Christine Largade ha dichiarato insostenibile l'attuale livello del debito greco, pari al 180% del Pil. In seguito all'accordo, il Fondo ha fatto sapere che "partecipera' al programma" di aiuti se le misure adottate renderanno il debito greco "sostenibile".  

Proprio due giorni fa  il Parlamento di Atene aveva approvato un nuovo pacchetto di misure di austerità richieste dai creditori internazionali proprio per ottenere una nuova tranche di aiuti. 

Il premier Alexis Tsipras ha promesso che questo sarà l’ultimo sforzo chiesto ai greci, anche se questa appare come l’ennesima concessione ai danni dei cittadini. Insomma un’altra sconfitta per il governo Tsipras che alla luce dei fatti non ha cambiato la situazione greca, afflitta oggi da una disoccupazione che tocca il 25%.

Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208