Menu
Tax credit. Fondamentale per il cinema

Tax credit. Fondamentale per il cinema

Esempio virtuoso Apulia film commission.  Se ne discute nell’ambito del...

Le piccole imprese trainano la"mini" ripresa

Le piccole imprese trainano la"mini" ripresa

VENEZIA - Secondo un’elaborazione dell’Ufficio studi della CGIA, sarebbero poco...

EveryOne Group e i profughi gay in Kenya

EveryOne Group e i profughi gay in Kenya

NAIROBI -  EveryOne Group segue alcuni giovani profughi gay in...

Aeroporto Fiumicino. Lavoratori sotto organico abbandonati nel caos

Aeroporto Fiumicino. Lavoratori sotto organico abbandonati nel caos

ROMA - L’Unione Sindacale di Base in una nota ha...

Banche, potranno prelevare dai conti senza chiedere

Banche, potranno prelevare dai conti senza chiedere

ROMA - Nelle scorse settimane, il governo, dato che non...

L’Italia, un paese commissariato

L’Italia, un paese commissariato

ROMA - Ennesimo rogo a Fiumicino e, immediatamente, si tornato...

Rai. Altro che rottamazione, il potere rimane ai partiti

Rai. Altro che rottamazione, il potere rimane ai partiti

ROMA -  Il voto sulla Rai passa nonostnate l’ampio dissenso....

Franceschini, il patrimonio culturale è minacciato

Franceschini, il patrimonio culturale è minacciato

MILANO - Tutelate e proteggere il patrimonio culturale dell'umanità "minacciato"...

Il Jobs act non funziona, il Governo non ha nessun piano per l’occupazione

Il Jobs act non funziona, il Governo non ha nessun piano per l’occupazione

ROMA  -  I dati Istat, che evidenziano le oscillazioni mensili...

Agricoltura. Aumentano i prezzi ma nei campi è crisi

Agricoltura. Aumentano i prezzi ma nei campi è crisi

ROMA - I prezzi dei prodotti vegetali crescono del 6,1 per...

Prev Next

Siria. Oppositori: 44 manifestanti uccisi dalle forze dell'ordine

DAMASCO - Sarebbero almeno 44 i morti causati dalle forze dell'ordine ieri durante le manifestazioni di protesta contro il regime. A fornire questa notizia è un gruppo di attivisti dell'opposizione. Se il dato fosse confermato, sarebbe una delle repressioni più violente mai compiute dall'inizio della protesta, 6 mesi fa. La televisione panaraba Al JaziraLe ha rivelato che le azioni più violente da parte delle forze di sicurezza sono state testimoniate nella provincia di Idlib, nei dintorni di Homs e nella località di Duma, vicino alla capitale.

Stando a un'indagine condotta dal Comitato di coordinamento locale, una delle piattaforme che riunisce gli organizzatori della rivolta, le vittime di ieri portano a 2.968 il numero delle vittime dall'inizio delle manifestazioni. Avaaz, l'organizzazione umanitaria internazionale, ha invece presentato un bilancio più pesante e più simile a quello fornito nei giorni scorsi da Ammar Qurabi, capo della Lega per i diritti umani in Siria: 3.400 morti, di cui 278 soldati.

 

 

Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208