ROMA - Attualmente in mano ai pirati somali ci sono 2 navi italiane, la petroliera ‘Savina Caylyn’ e la motonave ‘Rosalia D’Amato’. Navi che sono di proprietà della compagnia di navigazione F.lli D'Amato di Napoli (che fanno capo allo stesso gruppo armatoriale). Insieme alle due imbarcazioni, i predoni del mare, hanno catturato anche, rispettivamente 22 membri dell'equipaggio, 17 indiani e 5 italiani, tre campani, un triestino e uno di Gaeta e 21 membri dell’equipaggio, 15 filippini e 6 italiani, due siciliani e quattro campani.

Published in Mondo

ROMA - Dalle Filippine giunge il lamento disperato, ma composto dei parenti e amici dei 15 marittimi filippini ostaggi dei pirati somali a bordo della ‘MV Rosolia D'amato’. Si tratta dei fratelli dei marittimi, Raymundo Lequin jr e Edgar Erbert, un amico del fratello di quest’ultimo e la moglie di un altro dei marittimi filippini ostaggi a bordo della nave italiana.

Published in Mondo

ROMA - Nel braccio di ferro in atto nell’Oceano Indiano tra India e pirati somali, il primo ha perso. L’India di fatto ha ceduto. Dopo aver arrestato centinaia di pirati somali, condotti in ‘catene’ in India. Dopo essersi imposto, per settimane, dall’aprile scorso, come capofila dei Paesi che sono fortemente impegnati militarmente, perché è questo quello che è in corso, nel contrasto alla pirateria marittima somala nel mare del Corno D’Africa e Oceano Indiano.

Published in Mondo

ROMA - Alla vigilia della stagione dei monsoni si registra un calo negli attacchi pirati ai mercantili che solcano le acque del mare del Corno D’Africa e Oceano Indiano. Nel corso della settimana che si è appena conclusa si sono registrati solo sei attacchi pirati. Attacchi che sono stati tutti respinti. Ad essere state attaccate la MV ARTEMIS GLORIA , la MV FELICITY ACE, FV ALAKRANTXU, MV CAPE SPENCER, MV FORTUNE CLOVER e la MV YOSA GOLDEN. I due attacchi che hanno riguardato la GOLDEN e l’FV ALAKRANTXU sono stati respinti  dalle guardie armate imbarcate a bordo del battello.

Published in Mondo

ROMA - Dopo gli ultimi fatti e il drammatico appello telefonico registrato del comandante della ‘Savina Caylyn’ prigioniero in Somalia sembra essersi attivata una certa attenzione intorno alla vicenda che riguarda 5 marittimi italiani. Finora nessuno sembrava essersi occupato della vicenda. In verità sono undici i marittimi italiani ostaggi dei pirati somali.

Published in Mondo
Martedì, 24 Maggio 2011 11:24

Pirateria somala: quelli della Savina Caylin

ROMA - Da giorni, ‘quelli’ della Savina Caylin stanno cercando di scuotere le coscienze dei loro connazionali e del loro governo. I 5 marittimi italiani prigionieri in Somalia stanno lanciando appelli affinchè si faccia qualcosa per riportarli sani e salvi in patria. Sono 5 lavoratori del mare italiani parte dei membri dell’equipaggio della petroliera italiana catturata nell’Oceano Indiano dai pirati somali lo scorso 8 febbraio, con loro prigionieri anche 17 indiani.

Published in Mondo

ROMA - La cattura della petroliera italiana ‘Savina Caylin’ e il sequestro del suo equipaggio di 22 marittimi, 17 indiani e 5 italiani, si potrebbe tramutare in tragedia. Sono stati trasferiti a terra tre dei marittimi italiani ostaggi in Somalia. La notizia ancora una volta rivelata in 'esclusiva' e anteprima mondiale dall’edizione on line del mensile Liberoreporter.

Published in Mondo

ROMA - A casa i due marittimi spagnoli del ‘Vega FV 5’. I due erano tenuti in prigionia con i marittimi della Savina Caylin. In queste ore si sta mettendo la parola fine, per due dei marittimi del ‘Vega FV 5’, alla prigionia in Somalia. Oggi, dopo 142 giorni, due marittimi spagnoli della Galizia, Juan Alfonso Rey Echeverry e Jose Alfonso Garcia Barreiro hanno potuto riabbracciare i loro cari.

Published in Mondo

ROMA - L’Italia ha deciso di difendere le sue navi mercantili dagli attacchi dei pirati. E’ arrivato il via libera del governo a poter imbarcare militari della marina o contractor, personale privato armato, dei vigilantes in poche parole, sulle navi mercantili italiane. Un provvedimento giustificato dalla volontà di voler fronteggiare con decisione, è implicitamente si dovrebbe aggiungere, anche con forza, il fenomeno della pirateria marittima.

Published in Mondo

ROMA - Sono stati riconosciuti colpevoli e condannati al carcere i due somali coinvolti nel sequestro del peschereccio d’altura spagnolo ‘Alakrana’. Si tratta della nave da pesca catturata il 2 ottobre del 2009 dai pirati somali nell'Oceano Indiano insieme ai suoi 36 membri dell’equipaggio, di cui 16 spagnoli.

Published in Mondo
Pagina 1 di 3

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]