Una delle maggiori aziende quotate sul mercato greco, la Folli Follie, è accusata di aver truccato i suoi report. Il valore di mercato che era circa 1,1 miliardi di euro la scorsa settimana è crollato di quasi il 60 per cento. Circa 500 milioni di capitalizzazione bruciati in due sedute e l’accusa di poter essere la prossima Parmalat.

Published in Il punto

E’ stato divulgato il testo di maggio 2018 delle previsioni economiche approntate dal Direttorato Generale per gli Affari Economici e Finanziari della Commissione Europea. Il testo è importante in quanto contribuisce a costituire l’ossatura su cui viene impalcato il processo decisionale delle effettive politiche della Commissione.

Published in Il punto

Appena 11 mesi fa da queste stesse colonne consigliavo l’acquisto dei titoli greci. In un articolo il cui  titolo oggi suona profetico, “Tre buoni motivi per cui il 2017 potrebbe essere l’anno della rinascita greca”, prospettavo un rendimento eccellente per chi avesse avuto fiducia nell’economia greca nel corso di quest’anno. Ecco come è andata a finire.

Published in Il punto

La Grecia si incammina su un arduo sentiero di normalizzazione e recentemente, lo scorso 15 novembre, ha annunciato uno swap teso a normalizzare la propria curva dei tassi ed a rendere più liquidi io mercati secondari dei suoi bond concentrando le esistenti 20 scadenze in 5 scadenze. Tutto bene, lo swap sembra anche leggermente a premio e tutto sembrerebbe volgere al meglio.

Published in Economia

Dopo due mesi di voci è finalmente stato annunciato il tanto atteso swap dei titoli di stato greci. Il governo di Atene ha formulato una proposta, piuttosto convincente, nei confronti degli attuali titolari dei bond con scadenza dal 2023 al 2042, quelli per capirci che erano stati rifilati agli investitori dopo l’haircut conseguente al default ellenico.

Published in Mondo

ATENE - Almeno due persone sono morte a causa del terremoto di magnitudo 6.7 che ha investito le isole greche del Sud-Est del Mar Egeo, in piena stagione turistica, ed è stato avvertito chiaramente anche in Turchia.

Published in Mondo

Sette anni dopo l’inizio dei salvataggi finanziari, la Grecia sembra messa peggio di prima.  Nel 2000 il mercato aveva smesso di finanziare il debito pubblico greco. Allora i Paesi della zona euro, con vari accordi bilaterali, concessero crediti per 52,9 miliardi.  

Published in Focus Economia

ATENE  - Alla vigilia dello sciopero generale di domani contro le nuove misure di austerità che il governo greco dovrà adottare su richiesta dei creditori internazionali, il sindacato marittimi e i giornalisti hanno iniziato uno sciopero che sta già paralizzando parte del paese.

Published in Mondo

ATENE - I creditori internazionali della Grecia dovrebbero "mettere fine agli approcci punitivi del passato": le divergenze esistenti tra Unione europea e Fondo monetario internazionale (Fmi) stanno danneggiando l'economia greca.

Published in Mondo
Mercoledì, 08 Marzo 2017 11:47

Grecia. Nel 2016 la crescita economica è zero

ATENE - Il 2016 si è chiuso con una crescita economica a zero per la Grecia, secondo la stima preliminare del Pil diffusa dall'istituto di statistica ellenico, Elstat.

Published in Brevissime
Pagina 1 di 64

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

300x300.gif

Opinioni

Un’ora d’aria, anzi di Musica. Il lavoro dei grandi compositori entra in carcere…

Il Coro Gesualdo a Rebibbia: “l’uomo non nasce “stonato” va semplicemente “ri-accordato”, affrancato e confortato” Sono le ore dieci e trenta di un venerdì qualsiasi e alla Casa di Reclusione di...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Non solo coaching: siamo ciò che impariamo?

Durante il percorso della vita accumuliamo esperienze, che vanno a riempire le pagine della nostra conoscenza. Fin dalla nascita, ma anche nel grembo materno, inizia il nostro percorso, che ci...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077