PRIMO PIANO
Roberto Bertoni

Roberto Bertoni

Mercoledì, 30 Agosto 2017 10:10

Mario Draghi: l'uomo che ha salvato l'Europa

Nell'anno in cui ricorre il trentesimo anniversario dalla scomparsa, e non sappiamo se anche dalla morte, del grande economista Federico Caffè, ricorrono, per uno strano caso della vita, anche i settant'anni di uno dei suoi allievi più celebri e brillanti: Mario Draghi, attualmente governatore della Banca Centrale Europea (BCE).

Martedì, 29 Agosto 2017 09:11

Lale Andersen: la voce della guerra

Ebbe successo quasi per caso, grazie ad un sottoufficiale della Wermacht, Richard Kistenmacker, che nel tardo autunno del '41 trovò il disco di "Lilì Marleen" nella sede di Radio Belgrado e lo mise una sera per sollevare un po' il morale delle truppe tedesche che avevano invaso la Jugoslavia.  

Lunedì, 28 Agosto 2017 11:59

Antonio Puerta: dieci anni senza risposte

Probabilmente non sapremo mai se Antonio Puerta, giovane promessa del Siviglia che, per amore della maglia andalusa, era arrivata addirittura a rifiutare la corte del Real Madrid, avesse davvero una malformazione cardiaca accertata sulla quale i medici del club hanno preferito chiudere un occhio per non rinunciare alle sue indubbie doti atletiche.

Mercoledì, 23 Agosto 2017 13:03

Bruno Trentin e il coraggio dell'impopolarità

Se ne è andato dieci anni fa, con la furia di un ragazzo: la stessa con la quale, del resto, aveva sempre vissuto e affrontato la sua avventura di sindacalista in prima linea. Aveva ottant'anni, la dignità degli ultimi come una bussola, la liberazione del mondo del lavoro come una meta da raggiungere, i diritti dei lavoratori come un valore da difendere ad ogni costo e il coraggio smisurato di un galantuomo capace di assumere spesso decisioni impopolari.  

Senza Jerry Lewis non solo ci sarebbero mancate tante risate e tanta allegria ma ci sarebbe mancata anche una voce critica e quasi mai in sintonia con le verità ufficiali del potere. 

Sarebbe opportuno che tanto una parte dei commentatori quanto una parte dei tifosi, a cominciare da quelli juventini, si levasse dalla mente la balzana idea secondo cui lo scudetto si vince ad agosto perché si tratta di una solenne fesseria. 

Venerdì, 18 Agosto 2017 09:51

Il sangue di Barcellona

Barcellona colpita al cuore in un pomeriggio d'agosto. Barcellona sconvolta sulle Ramblas, ossia le vie caratteristiche della città, simbolo della gioia, della felicità e della spensieratezza tanto degli autoctoni quanto di milioni di turisti. Barcellona travolta dall'ennesimo furgone scagliato con ferocia contro le strade di un Occidente devastato e di un'Europa al momento senza difesa.  

Non gioca più ormai da qualche anno ed è un peccato, in quanto Thierry Henry, soprannominato "Titì", è stato senza dubbio uno dei più grandi campioni degli ultimi vent'anni.  

Giovedì, 17 Agosto 2017 06:01

E.B. Clucher e la rivoluzione del western

Senza E.B. Clucher, al secolo Enzo Barboni, il western all'italiana non sarebbe stato lo stesso. Perché è vero che Sergio Leone, con i capolavori della Trilogia del dollaro che lanciarono un giovane Clint Eastwood e consentirono allo "spaghetti-western" di superare gli americani in un grande classico della loro cinematografia, è vero, dicevamo, che Leone aveva costituito un degno apripista ma è altrettanto vero che, senza i due Trinità, il western di casa nostra sarebbe rimasto un genere d'élite.  

Spiace dirlo, ma la Juve ieri sera all'Olimpico, di fatto, non ha giocato. È rimasta con la testa e il corpo a Cardiff, prigioniera dei suoi veleni, delle sue polemiche, di screzi e amarezze mai davvero chiariti durante e dopo la disfatta patita contro il Real Madrid e, soprattutto, della sua mancata accettazione di un verdetto amaro.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Cultura

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077