PRIMO PIANO

Primo piano

Il titolo dell’articolo, è un pensiero di Paolo Borsellino, ci conferma che il contrasto alle mafie non si esaurisce nel lavoro della magistratura e delle forze di polizia. La lotta alle mafie è anche un’attività culturale di squadra, di gruppo, di unità.  C’è ancora tantissimo da fare perché le mafie nonostante gli sforzi e i risultati ottenuti non sono per nulla sconfitte, anzi sono più forti di prima. 

Tornano libri e mostre sugli anni di piombo, un periodo collettivamente rimosso 

Venerdì, 18 Agosto 2017 09:51

Il sangue di Barcellona

Scritto da

Barcellona colpita al cuore in un pomeriggio d'agosto. Barcellona sconvolta sulle Ramblas, ossia le vie caratteristiche della città, simbolo della gioia, della felicità e della spensieratezza tanto degli autoctoni quanto di milioni di turisti. Barcellona travolta dall'ennesimo furgone scagliato con ferocia contro le strade di un Occidente devastato e di un'Europa al momento senza difesa.  

ROMA - "La Tratta delle persone è un crimine atroce e inaccettabile, che si riaffaccia periodicamente nella storia dell'umanità e sfida le nostre coscienze". Lo dichiara il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della Giornata mondiale contro la Tratta degli esseri umani.

Nonostante le promesse e gli sforzi non indifferenti (anche economici), molti dei problemi sociali rimangono irrisolti. Anzi alcuni pare siano peggiorati. Stando ai dati dell’Unicef, il problema delle mutilazioni genitali femminili (MGF) che si basa su pratiche tradizionali che vanno dall'incisione all'asportazione, parziale o totale, dei genitali femminili esterni, continua ad aumentare: si stima che nel mondo almeno 125 milioni di donne sono costrette a convivere con una mutilazione genitale.

ROMA - Il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio ha accusato il governo Renzi di "alto tradimento" per avere accettato, alla fine del 2014 con l'accordo bilaterale con l'agenzia Frontex per l'operazione Triton, di sbarcare esclusivamente in Italia i migranti salvati in mare nel Mediterraneo centrale.

ROMA -  E' morto l'attore Paolo Villaggio. Il comico era nato a Genova 84 anni fa. Interpretò personaggi legati a una comicità paradossale e grottesca, come il professor Kranz, il timidissimo Giandomenico Fracchia e il ragionier Ugo Fantozzi.

Pagina 1 di 604

Cerca nel sito

300X300.jpg

Cultura

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077