Martedì, 25 Settembre 2018 16:09

La vittoria sulla paura: vincere contro il cancro si può

Scritto da

Sul mare di Bari  al  2° Trofeo Nazionale “LILT di Dragon Boat tenutosi  il 22 e 23 settembre vince l’equipaggio in rosa delle  Pink Butterfly dell’associazione Pagaie Rosa dragon boat onlus. 

Si è concluso con il sapore di una vittoria che va ben oltre a qualsiasi aspettativa quella delle Pink Butterfly di Castengandolfo al trofeo di Bari.

Una vittoria che fa ricordare che la gioia del vivere e dello stare insieme, ma anche della perseveranza con una giusta dose di grinta è il seme essenziale per giungere a qualsiasi traguardo. Anche quello di riacquistare la voglia di vivere e di ricominciare, esattamente come il motto che le accompagna: Combatti il cancro al seno a colpi di pagaia!

La storia di Anna, infatti, lascia ben sperare in un futuro migliore in cui non si è più sole: “Mi è stato diagnosticato un cancro al seno, ho percorso al buio una strada che sembrava senza fine. Quando stavo per perdermi ho avuto la fortuna di incontrare donne come me che mi hanno dato uno strumento, la pagaia, un mezzo, la barca, e un progetto tutto rosa: una squadra di dragon boat.”

“Da allora pagaiare con la mia squadra è la fonte di energia della mia seconda vita. Il dragon boat è uno sport che mi fa sudare, credere di nuovo in me stessa, emozionare e che mi fa fare anche progetti a lungo termine per partecipare a gare e manifestazioni. Tutto questo mai da sola, ma insieme alle mie compagne di squadra, le Pink Butterfly dell’associazione Pagaie Rosa dragon boat onlus.”

“Ogni volta che parto per una trasferta so già che andrò incontro a giorni intensi, talmente pieni da sfinirmi e allo stesso tempo da ricaricarmi con un pieno di energie rosa che mi lascia l’adrenalina addosso per giorni e giorni.”

“Il 22 e il 23 settembre con la mia squadra sono stata a Bari per partecipare al 2 Trofeo LILT dedicate a noi donne pagaiatrici operate di cancro al seno. Pagaiare sul mare è stato fantastico, lottare in acqua insieme ad altre 4 squadre per arrivare la traguardo dei 200 metri è stato come sempre emozionante e intenso. 

Non avrei mai creduto di poter vivere momenti come questo dopo la diagnosi di cancro al seno, non avrei mai pensato di entrare a far parte di questo mondo fatto di continue rivincite sulla paura e sulla debolezza che la malattia ti impone. Un mondo fatto anche di vittorie come quella che abbiamo conquistato ieri vincendo il trofeo, prime classificate in una competizione che va oltre il valore già nobile dello sport, perché è la vittoria sulla paura. “

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

Musica. Note fuori le righe

Pazzie d’amore

Nel 1978 Claudio Scimone e i Solisti veneti presentarono a Verona, in occasione del trecentenario della nascita di Antonio Vivaldi, l’Orlando Furioso con un cast eccezionale.Tre dischi che fecero storia...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Cultura

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077