Vincenzo Musacchio

Vincenzo Musacchio

Giurista e docente di diritto penale, Direttore della Scuola di Legalità “Don Peppe Diana” di Roma e del Molise

Il Parlamento in Italia non è in grado di approvare una legge elettorale costituzionalmente corretta

Lunedì, 23 Gennaio 2017 12:25

I processi di mafia: sempre a porte aperte

ROMA - I processi penali contro le mafie in sostanza non sono altro che “battaglie” che ci dovrebbero vedere tutti impegnati e coinvolti: magistrati, cittadini, istituzioni, forze dell’ordine, rappresentanti sociali e imprenditoriali.

Nelle politiche di prevenzione e di repressione della corruzione occorrerebbe inserire anche una nuova tipologia sanzionatoria: “la sanzione sociale”.

Martedì, 03 Gennaio 2017 16:47

Mafia e mafiosità

Le mafie oggi sono più ricche rispetto a vent’anni fa. Il loro potere è aumentato poiché sono notevolmente accresciute le loro risorse economiche.

Carissimi ragazzi, negli ultimi venticinque anni della mia vita sono stato nelle aule scolastiche di quasi tutte le regioni d’Italia, dalle Alpi alla mia amatissima Sicilia.

Sono passati ventuno anni dalla carneficina di Srebrenica. Era l’11 luglio 1995 e in televisione assistemmo solo ad alcune immagini di quello che è passato alla storia come il più feroce massacro in Europa dai tempi del nazismo di Hitler.

Le mafie si adattano sempre di più alle nuove realtà che caratterizzano la società contemporanea.

Il No ha vinto nettamente: ora cosa succede? Si tornerà a votare per eleggere un nuovo Parlamento oppure ci sarà un nuovo Governo ancora non scelto dagli elettori?

Peppino Impastato con veemenza era solito dire che noi tutti ci dobbiamo ribellare alla mafia.

Il femminicidio è un delitto di fortissimo allarme sociale. Ha la stessa valenza dirompente di molti altri delitti ritenuti dal codice penale più gravi.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Cultura

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077