Vincenzo Musacchio

Vincenzo Musacchio

Giurista e docente di diritto penale, Direttore della Scuola di Legalità “Don Peppe Diana” di Roma e del Molise

ROMA - La mafia è senza dubbio uno dei maggiori problemi irrisolti del nostro Paese e purtroppo, non è l’unico, dal momento che ne esiste uno molto più devastante: la “mafia legale”.

ROMA - Se non fosse vero, direi che è incredibile in una democrazia evoluta come dovrebbe essere la nostra che dopo un anno e mezzo e ventinove tentativi, ancora non si riesca a nominare i giudici mancanti della Consulta.

ROMA -  E’ moralmente abietta e grida vendetta l’esistenza di vitalizi che vengono corrisposti a consiglieri regionali o parlamentari con regole ormai non più condivisibili ed in alcuni casi senza limiti di età e per qualsiasi durata del loro incarico.

ROMA - Se la trattativa fosse un reato, se lo Stato avesse ceduto, se la mafia avesse tratto benefici, allora le istituzioni sarebbero colpevoli. Ma non è così. Giovanni Fiandaca e Salvatore Lupo sostengono una tesi totalmente legittima ma a nostro giudizio per nulla condivisibile.

ROMA - “In tutta la mia vita non ho mai esercitato un atto di violenza né fisica né morale. Non perché io sia fanaticamente per la non violenza. La quale, se è una forma di auto-costrizione ideologica, è anch'essa violenza. Non ho mai esercitato nella mia vita alcuna violenza né fisica né morale semplicemente perché mi sono affidato alla mia natura cioè alla mia cultura”.

Venerdì, 13 Novembre 2015 16:25

La corruzione e il mercato delle nomine

ROMA - Uno dei principali settori in cui si concentra la corruzione è certamente quello delle nomine pubbliche, da sempre terreno fertile specie in  tutte quelle aree di intersecazione tra pubblico e privato per le quali la privatizzazione sembra poter garantire l'elusione dei controlli.

ROMA - In Italia sempre più cittadini percepiscono la legalità e vivono le regole come un limite.

ROMA - Arriva il primo pronunciamento sull’accordo fra pezzi di istituzioni e uomini della mafia.

Mercoledì, 04 Novembre 2015 10:55

Mafie e Vaticano, collusioni evidenti

ROMA - Il legame tra ambienti vaticani e criminalità organizzata non è certo cosa nuova.

ROMA - Milano si è riappropriata del ruolo di capitale morale del Paese, mentre Roma sta dimostrando di non avere quegli anticorpi di cui ha bisogno e che tutti auspichiamo possa avere in vista del Giubileo che aprirà i battenti il prossimo 8 dicembre”.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Cultura

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077