Menu
Doit Festival. “Assolutamente deliziose”…  ed è vero

Doit Festival. “Assolutamente deliziose”… ed è vero

La storia squinternata di due cugine si trasforma in vicenda...

Teatro Quirino. “Puntila e il suo servo Mati” di B. Brecht. 4-9 aprile

Teatro Quirino. “Puntila e il suo servo Mati” di B. Brecht. 4-9 aprile

ROMA - Considerata una delle migliori commedie di Brecht, scritta...

Enrico Letta, l'eurottimista critico

Enrico Letta, l'eurottimista critico

Riflessioni sul nuovo libro di Enrico Letta e sul futuro...

Teatro Manzoni. “La notte della Tosca”. Da non perdere

Teatro Manzoni. “La notte della Tosca”. Da non perdere

“La notte della Tosca” è una tragicommedia intelligente sulla precarietà...

Articolo Uno fra memoria e futuro

Articolo Uno fra memoria e futuro

Un Tempio di Adriano listato virtualmente a lutto, uno Speranza...

Vendite di armi, poi aiuti miliardari. Le contraddizioni dei Paesi ricchi

Vendite di armi, poi aiuti miliardari. Le contraddizioni dei Paesi ricchi

I trasferimenti multimiliardari di armi all’Arabia Saudita da parte di...

SNGCI. Insieme all’Auditorium tutti gli Oscar italiani

SNGCI. Insieme all’Auditorium tutti gli Oscar italiani

Giuseppe Tornatore, Paolo Sorrentino, Nicola Piovani, Ennio Morricone, Roberto Benigni...

A Roma il 25 marzo scatta la protesta per uscire dall'euro

A Roma il 25 marzo scatta la protesta per uscire dall'euro

ROMA - Il 25 marzo 2017 ricorre il 60° anniversario...

Londra. Torna la calma dopo l'attentato, l'allerta rimane

Londra. Torna la calma dopo l'attentato, l'allerta rimane

LONDRA  - Solo nella mattina e' tornata una relativa calma...

Teatro Quirino. “La bella addormentata” del  magico Moscow State Ballet

Teatro Quirino. “La bella addormentata” del magico Moscow State Ballet

ROMA - È una di quelle arti che conservano un...

Prev Next

Il P.C.I. e la riforma “Boschi”

Il P.C.I. e la riforma “Boschi”

ROMA - Ho militato per diversi anni nel Partito Comunista Italiano di Enrico Berlinguer e ricordo perfettamente che era convintamente monocameralista come lo ero io e come lo sono tutt'ora.

Quasi tutte le anime del partito propendevano per il monocameralismo. Era, di fatto, la posizione politica dagli anni ottanta. Un atteggiamento progressista e di rinnovamento democratico delle istituzioni alternativo alla riforma presidenzialista di cui era massimo fautore Bettino Craxi e il partito socialista italiano di allora. Ora, io mi domando e dico: cosa centra il monocameralismo del Pci di allora con la riforma costituzionale dell'attuale governo in carica? Nulla! Proprio nulla! Il monocameralismo che ricordo io, oggetto di accesi dibattiti nelle sezione di partito, si fondava sulla netta e ferma abolizione del Senato. Se leggo ancora bene, mi pare che nel testo sottoposto al referendum popolare di ottobre, invece, il Senato rimane in vita! Non sarà più eletto dai cittadini, ma dai consigli regionali. E' onesto ricordare, inoltre, che il monocameralismo del Pci di allora prevedeva la legge proporzionale. La riforma in atto, invece, prevede il sistema super-maggioritario del c.d. Italicum. Il mio Pci – ricordo benissimo – era per la assoluta ed intransigente centralità del Parlamento e delle assemblee elettive, come espressione massima di democrazia e di partecipazione popolare. La riforma “Boschi” non mi sembra persegua questi obiettivi. Usare gli argomenti e le proposte di Berlinguer e del Pci di allora per sostenere il progetto del governo attuale è senza dubbio un errore oltre ad essere una simulazione storica. 

Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208