Menu
Legge di Bilancio: il Senato approva con 173 si' e 108 no

Legge di Bilancio: il Senato approva con 173 si' e 108 no

ROMA - Cala il sipario sulla legge di Bilancio in...

Turchia. Migliaia di Kurdi in fuga vittime di repressione

Turchia. Migliaia di Kurdi in fuga vittime di repressione

Decine di migliaia di abitanti di Sur, il centro storico...

Crisi. Il 30% delle persone a rischio povertà

Crisi. Il 30% delle persone a rischio povertà

ROMA - Drammatico il rapportodell’Istat sulle 'Condizioni di vita e...

Francia, Hollande nomina Cazeneuve al posto di Valls

Francia, Hollande nomina Cazeneuve al posto di Valls

PARIGI - Il ministro dell'Interno francese Bernard Cazeneuve sostituira' il...

Referendum. Congelate le dimissioni di Renzi fino alla legge di bilancio

Referendum. Congelate le dimissioni di Renzi fino alla legge di bilancio

ROMA - Dopo il congelamento delle dimissioni di Matteo Renzi...

Olio di Palma. Amnesty all’attacco delle multinazionali

Olio di Palma. Amnesty all’attacco delle multinazionali

Pesante attacco di Amnesty International nei confronti delle multinazionali che...

Referendum: il no stravince. Renzi sfiduciato dagli italiani

Referendum: il no stravince. Renzi sfiduciato dagli italiani

La nuova casta dell’Esecutivo Renzi se ne torna a casa....

Referendum. Vince il No. Renzi si dimette, il popolo è sovrano

Referendum. Vince il No. Renzi si dimette, il popolo è sovrano

ROMA - Se vince il no lascio Palazzo Chigi e...

Austria, il nuovo presidente "verde" è Alexander Van der Bellen

Austria, il nuovo presidente "verde" è Alexander Van der Bellen

VIENNA - In Austria il verde Alexander Van der Bellen è...

Piccolo Eliseo. “Risorgi”. Ogni battuta vale il biglietto

Piccolo Eliseo. “Risorgi”. Ogni battuta vale il biglietto

ROMA - Si va a teatro per assistere a una...

Prev Next

Il P.C.I. e la riforma “Boschi”

Il P.C.I. e la riforma “Boschi”

ROMA - Ho militato per diversi anni nel Partito Comunista Italiano di Enrico Berlinguer e ricordo perfettamente che era convintamente monocameralista come lo ero io e come lo sono tutt'ora.

Quasi tutte le anime del partito propendevano per il monocameralismo. Era, di fatto, la posizione politica dagli anni ottanta. Un atteggiamento progressista e di rinnovamento democratico delle istituzioni alternativo alla riforma presidenzialista di cui era massimo fautore Bettino Craxi e il partito socialista italiano di allora. Ora, io mi domando e dico: cosa centra il monocameralismo del Pci di allora con la riforma costituzionale dell'attuale governo in carica? Nulla! Proprio nulla! Il monocameralismo che ricordo io, oggetto di accesi dibattiti nelle sezione di partito, si fondava sulla netta e ferma abolizione del Senato. Se leggo ancora bene, mi pare che nel testo sottoposto al referendum popolare di ottobre, invece, il Senato rimane in vita! Non sarà più eletto dai cittadini, ma dai consigli regionali. E' onesto ricordare, inoltre, che il monocameralismo del Pci di allora prevedeva la legge proporzionale. La riforma in atto, invece, prevede il sistema super-maggioritario del c.d. Italicum. Il mio Pci – ricordo benissimo – era per la assoluta ed intransigente centralità del Parlamento e delle assemblee elettive, come espressione massima di democrazia e di partecipazione popolare. La riforma “Boschi” non mi sembra persegua questi obiettivi. Usare gli argomenti e le proposte di Berlinguer e del Pci di allora per sostenere il progetto del governo attuale è senza dubbio un errore oltre ad essere una simulazione storica. 

Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208