Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62
Menu
Agricoltura: basta sfruttamento, migliaia di braccianti in corteo

Agricoltura: basta sfruttamento, migliaia di braccianti in corteo

BARI -  In migliaia, secondo fonti sindacali oltre 15 mila,...

La Brexit preoccupa anche la Cina, porterà instabilità

La Brexit preoccupa anche la Cina, porterà instabilità

PECHINO - La Brexit rappresenta un passo indietro e apre...

L’inaspettato Brexit sconvolge l’Europa. E non solo la finanza

L’inaspettato Brexit sconvolge l’Europa. E non solo la finanza

ROMA - L’inaspettato Brexit sta sconvolgendo l’economia e la politica...

L'Italia spende troppo per I servizi, specie per la Sanità

L'Italia spende troppo per I servizi, specie per la Sanità

VENEZIA  - La Pubblica amministrazione (Pa) italiana spende troppo per...

Brexit. Il Regno Unito lasciava alla UE 5,5 miliardi all’anno

Brexit. Il Regno Unito lasciava alla UE 5,5 miliardi all’anno

Al di là delle ricadute di carattere politico, macro-economico e...

Brexit, la Gran Bretagna fuori dall’UE.Dimissioni di Cameron

Brexit, la Gran Bretagna fuori dall’UE.Dimissioni di Cameron

LONDRA - Nessuno se lo sarebbe aspettato, invece come un...

Glifosato: nuova allarme, altera lo sviluppo dell’utero nei topi

Glifosato: nuova allarme, altera lo sviluppo dell’utero nei topi

ROMA - Mentre la Comunità Europea vota questa settimana, se...

Usa. Al Congresso è scontro sull'uso delle armi

Usa. Al Congresso è scontro sull'uso delle armi

WASHINGTON - La rabbia dei democratici al Congresso americano non...

Siria. 464 civili uccisi in 15 giorni, 118 sono bambini

Siria. 464 civili uccisi in 15 giorni, 118 sono bambini

DAMASCO - Sono 464 i civili uccisi in Siria nei...

Brexit. Oggi gli inglesi decidono se restare nella UE

Brexit. Oggi gli inglesi decidono se restare nella UE

LONDRA - Si sono aperti i seggi in Gran Bretagna...

Prev Next

Giappone. Nuovo sisma, 4 morti. Danni ad un'altra centrale nucleare

TOKYO - Un terremoto di magnitudo 7.1° della scala Richter ha colpito ieri il nord est del Giappone. E' stato uno dei più intensi dopo quello dell'11 marzo, ed ha avuto come epicentro le già flagellate prefetture di Miyagi e Yamagata. 4 morti accertati sinora, 140 i feriti.

Inizialmente si è temuto l'arrivo di uno tsunami, ma poi l'allarme è rientrato. La tv pubblica NHK ha trasmesso le immagini di alcune impressionanti ondulazioni dei grattacieli di Tokyo.


Nucleare. E ancora una volta, passata la paura per il sisma, è iniziata quella per le radiazioni nucleari. Non alla centrale di Fukushima. E' infatti un'altra centrale a creare allarmismi: quella di Onagawa, nella prefettura di Miyagi, a circa 150 km dall'impianto di Fukushima. Tutti e tre i reattori della centrale hanno subito danni, e ora stanno perdendo acqua dalle vasche di raffreddamento. L'impianto è sempre gestito dalla TEPCO, che comunica come per ora non ci siano radiazioni fuori dalla norma intorno all'edificio. I reattori in questione si erano spenti automaticamente, a causa del sisma dell'11 marzo. Si ricorda che è fondamentale mantenere freddi i reattori, anche se spenti. Si spera che l'acqua uscita dalle vasche di raffreddamento non abbia messo a rischio il sistema, già abbastanza danneggiato dal sisma di ieri: delle tre fonti di energia esterne per alimentare il sistema di raffreddamento, due sono saltate. Ne è rimasta attiva una, anche se per brevi momenti si è fermata anche'essa, per poi ripartire.

 

La TEPCO assicura che sia tutto sottocontrollo, ma oramai il paese (governo compreso) non crede più alle parole della società. La quale, per timore di un nuovo tsunami, ha ieri fatto evacuare la centrale di Fukushima. Pare, comunque, che non ci siano stati danni.

Ultima modifica ilLunedì, 30 Maggio 2011 23:07
Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208