Menu
“Innocente”: la Weltanschauung di Gerard Depardieu

“Innocente”: la Weltanschauung di Gerard Depardieu

ROMA – A Roma per la presentazione di “Innocente” il...

Teatro Quirino. Standing ovation per “Il trip di Don Chisciotte”

Teatro Quirino. Standing ovation per “Il trip di Don Chisciotte”

ROMA – Il teatro Quirino ha ospitato uno spettacolo nuovo...

Comsumi in calo, dopo la contrazione di 72,2 miliardi dal 2012 al 2015

Comsumi in calo, dopo la contrazione di 72,2 miliardi dal 2012 al 2015

ROMA - l'Istat diffonde oggi nuovi drammatici dati sull'andamento delle...

Usa, Charlotte: violente proteste dopo pubblicazione video

Usa, Charlotte: violente proteste dopo pubblicazione video

CHARLOTTE - Le proteste a Charlotte, nel North Carolina, non...

Usa. Catturato l’autore della strage di Seattle: è turco

Usa. Catturato l’autore della strage di Seattle: è turco

SEATTLE - Al termine di una caccia all'uomo durata 24...

Banche: multe miliardarie ma mancano le regole

Banche: multe miliardarie ma mancano le regole

La recente richiesta del Dipartimento di Giustizia americano alla Deutsche...

Filiera delle costruzioni, crisi da record

Filiera delle costruzioni, crisi da record

In 5 anni attività immobiliari hanno subito un credit crunch...

Usa. Afroamericano ucciso a Charlotte. Ecco il video shock

Usa. Afroamericano ucciso a Charlotte. Ecco il video shock

CHARLOTTE -  Scoppia la rabbia nella quarta notte di proteste...

Prev Next

Renault: ipotesi frode emissioni, polizia ispeziona fabbriche

Renault: ipotesi frode emissioni, polizia ispeziona fabbriche

PARIGI - Ancora ipotesi di frode sulle automobili. Dopo il dieselgate che ha btravolto la Volkswagen, ora è finita la Renault sotto inchiesta. Gli agenti della divisione anti frode della polizia francese hanno infatti effettuato una serie di perquisizioni in alcuni impianti produttivi della Renault

Secondo le prime informazioni, l'ipotesi investigativa e' che anche alcuni motori diesel Renault siano stati equipaggiati con un software che consente di eludere i controlli sulle emissioni, proprio come quello alla base dello scandalo che ha investito Volkswagen. 

Le forze dell'ordine, fa sapere il sindacato Cgt, hanno sequestrato numerosi personal computer ai dirigenti nella sedeRenault di Lardy.  In seguito all'esplosione del caso Volkswagen, Renault aveva promesso di investire 50 milioni di euro per far si'che i livelli di emissione effettivi delle sue auto fossero in linea con quelli registrati durante i test. Inatnto il titolo Renault crolla e cede oltre il 10% in borsa in seguito alla diffusione della notizia.  

Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208