PRIMO PIANO

Travolta dalle polemiche sull’irresponsabile prelievo di mille e duecento litri d’acqua al secondo dal lago di Bracciano, l’Acea, l’azienda comunale di Roma, fa sentire finalmente la sua voce con  un clamoroso  mea culpa. Nonostante la difesa d’ufficio offerta gratuitamente dalla sindaca Raggi, il  suo presidente è inquisito per disastro ambientale e oggi fa un passo indietro.  

Venerdì, 18 Agosto 2017 09:51

Il sangue di Barcellona

Scritto da

Barcellona colpita al cuore in un pomeriggio d'agosto. Barcellona sconvolta sulle Ramblas, ossia le vie caratteristiche della città, simbolo della gioia, della felicità e della spensieratezza tanto degli autoctoni quanto di milioni di turisti. Barcellona travolta dall'ennesimo furgone scagliato con ferocia contro le strade di un Occidente devastato e di un'Europa al momento senza difesa.  

Venerdì, 18 Agosto 2017 09:48

Bracciano, un lago di bugie

Scritto da

Ferragosto è passato e il “caso Bracciano” è fermo li. La pioggia non arriva, l’Acea continua a mungere acqua dal lago, le autorità preposte si producono nell’antica pratica  dello scaricabarile, le rive del lago si stanno prosciugando giorno per giorno, ad approfittarne  sono i bagnanti della domenica che hanno spostato ombrelloni e sdraio sulla spiaggia sorta dove prima c’erano le boe di ormeggio delle imbarcazioni a vela.

Giovedì, 17 Agosto 2017 18:07

Strage di cristiani: è allarme

Scritto da

L’ultimo caso risale a pochi giorni fa: il 9 agosto almeno cinquanta tra donne, uomini, bambini e anziani di religione cristiana sono stati sgozzati a Gambo, un villaggio a 50 chilometri da Bangassou, in Centrafrica. A dare la notizia è stato mons. Juan Josè Aguirre, vescovo di Bangassou. Tra le vittime ci sono anche 6 volontari della Croce Rossa.  

Martedì, 15 Agosto 2017 10:24

Incendi: un male mondiale

Scritto da

Uno dei fenomeni che sta caratterizzando questa torrida estate è l’impressionante numero di incendi.

Ritirato dall'Egitto come strumento di pressione affinché il governo di Al-Sisi collaborasse per ottenere la verità sui colpevoli del rapimento, delle torture e dell'uccisione di Giulio Regeni, l'Ambasciatore italiano tornerà al Cairo.  

L’usura, il pizzo, la prostituzione, gli affari nel settore turistico e i traffici di droga con l'Albania sono solo alcuni dei settori criminali da colpire. Per far questo occorre risolvere due principali problematiche. La prima: la sensibilizzazione del territorio; la seconda: la professionalità della magistratura e delle forze dell’ordine.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Cultura

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208