Giovedì, 13 Agosto 2020 10:52

Ricerca. Un'alternativa alla chemioterapia per il trattamento del cancro negli animali e nell'uomo

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

L'osteosarcoma, un tumore osseo comune nei cani, colpisce più di 10.000 cani negli Stati Uniti ogni anno. Mentre la chemioterapia è generalmente efficace nell'uccidere alcune delle cellule tumorali, i numerosi effetti collaterali possono essere dolorosi e spesso esiste un sottogruppo di cellule tumorali resistenti alla chemioterapia. 

Per offrire un'alternativa, Jeffrey Bryan, professore presso il College of Veterinary Medicine dell'Università del Missouri, e il team di oncologia veterinaria hanno collaborato con ELIAS Animal Health per creare un vaccino dal tumore di un cane per colpire e uccidere le cellule tumorali nei cani affetti da osteosarcoma.

Ora, il successo di questo trattamento nei cani ha portato la Food and Drug Administration (FDA) a concedere una rara designazione accelerata per l'organizzazione di ELIAS Animal Health, TVAX Biomedical, affinchè utilizzino l'approccio immunoterapico per il trattamento del glioblastoma multiforme, un tumore che colpisce il cervello negli esseri umani.


 

“Questo approccio di medicina di precisione utilizza il tumore del paziente per produrre un vaccino, che stimola il sistema immunitario contro le proteine ​​anormali specifiche del tumore del paziente, inducendo l'organismo a generare globuli bianchi, chiamati linfociti.

Quindi raccogliamo ed espandiamo questi linfociti al di fuori del corpo, che li attiva in modo che siano altamente aggressivi verso il loro bersaglio. Rimessi nuovamente in circolo nel corpo del paziente, possono cercare e distruggere le cellule cancerose dannose ". 

Jeffrey Bryan, professore presso il College of Veterinary Medicine dell'Università del Missouri, direttore associato di oncologia comparativa per l'Ellis Fischel Cancer Center e capo della facoltà di ricerca per il NextGen Precision Health Institute


 

Uno studio clinico appena completato presso il College of Veterinary Medicine ha rilevato che i cani che ricevevano questa terapia avevano più di 400 giorni di sopravvivenza al cancro rispetto ai circa 270 giorni per i cani che ricevevano chemioterapia in uno studio separato del National Cancer Institute. Proprio per l’impatto positivo sui risultati nei cani con cancro alle ossa, la FDA ha concesso la designazione accelerata per questo approccio da utilizzare nelle sperimentazioni umane per il trattamento del cancro al cervello nelle persone.

"Sia l'osteosarcoma nei cani che il glioblastoma multiforme nelle persone - precisa Bryan - sono malattie molto aggressive che tendono a inficiare rapidamente la vita del paziente, ed entrambi esprimono proteine ​​mutanti che possono essere bersagli per il sistema immunitario. La bellezza di questo approccio immunoterapico è che può essere teoricamente generalizzato per qualsiasi tipo di cancro. Il progresso di questi studi sull'uomo mostra che possiamo applicare questa tecnologia per aiutare a trattare diverse malattie che sono molto mortali e hanno poche terapie efficaci attualmente".

ELIAS Animal Health sta continuando lo sviluppo di questa immunoterapia per l'osteosarcoma chiedendo l'approvazione del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti in modo che il trattamento possa essere utilizzato sui cani in tutto il Nord America. Inoltre, se gli studi sull'uomo di TVAX Biomedical saranno in grado di trattare con successo il glioblastoma multiforme, l'approccio immunoterapico potrebbe essere ampliato per trattare altri tumori nell'uomo.  "La mia speranza è che un giorno questo approccio possa essere utilizzato per curare il cancro alle ossa nei bambini", ha detto Bryan. "Il mio obiettivo generale è far parte di scoperte che non solo aiutino i cani ma anche e soprattutto gli esseri umani".

La ricerca di Bryan è un esempio di medicina di precisione, una componente chiave della NextGen Precision Health Initiative. Collaborando con i leader del governo e del settore, l'iniziativa contribuirà ad accelerare le scoperte mediche per entrambi i pazienti nel Missouri e nel Mondo.

Chi è Jeffrey Bryan jjj.jpg

La ricerca del dottor Bryan si concentra sull'analisi comparativa dei tumori negli animali per comprenderli meglio in tutte le specie. Bryan è professore associato di oncologia veterinaria e direttore del Laboratorio di oncologia ed epigenetica comparate. Le sue aree di particolare interesse sono l'imaging mirato e la terapia e l'epigenetica del cancro. Imaging mirato e agenti terapeutici sfruttano particolari proprietà del cancro per fornire un carico utile di imaging o terapia ai tumori. Bryan è a capo di progetti di ricerca che studiano un agente immunoterapico mirato all'ambiente a basso contenuto di ossigeno del cancro, un derivato a base di erbe che prende di mira il ferro nei tumori e una chemioterapia con nanoparticelle mirata al drenaggio linfatico del cancro. Gli agenti in esame sono destinati all'uso sia nei cani che nell'uomo per il trattamento di linfomi e tumori solidi come i sarcomi, il cancro della testa e del collo e il cancro al seno. Ciascuno di questi studi è progettato per sviluppare un approccio meno tossico e più efficace dei nostri attuali trattamenti contro il cancro. L'epigenetica è lo studio dei meccanismi che modificano l'espressione dei geni critici per la crescita cellulare senza modificare la sequenza del DNA per mutazione. La metilazione del DNA può causare il completo silenziamento dei geni che agiscono come freni sulla divisione cellulare senza alcuna mutazione del gene stesso. A differenza delle mutazioni, che sono modifiche permanenti del DNA, la metilazione può essere invertita e il gene può funzionare di nuovo, mettendo un freno alla crescita cellulare. Il dottor Bryan e il suo team stanno studiando cause epigenetiche e contributi ai tumori degli animali per aiutare a identificare i cambiamenti biologicamente più rilevanti nei tumori umani.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

BANKSY-banner-metamorfosi-300x300.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Cultura

Opinioni

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Da Cardito nella Terra dei Fuochi un'artista unica che utilizza intense dinamiche cromatiche per intraprendere un profondo scavo psicologico

Alessandro Spadoni - avatar Alessandro Spadoni

Quando il laboratorio scientifico diventa "l'armeria del commerciale"

Quando il laboratorio scientifico diventa "l'armeria del commerciale"

Intervista a Serlio Selli, direttore del laboratorio di Cromatos, l'azienda che colora il nostro vivere quotidiano 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]