Mercoledì, 14 Settembre 2016 09:55

Champions League. Napoli a "testa" alta. Barca e Bayern super

Scritto da

ROMA - È un avvio scoppiettante quello della I^ giornata della fase a gironi della Champions League targata 2016/2017.

I fuochi d’artificio sono soprattutto dei soliti Barcellona e Bayern Monaco, mentre il Napoli conquista in rimonta i primi tre punti nel suo girone.Viene da dire “come al solito” quando parliamo di un Barça stellare e travolgente. Per far capire subito che aria tira alle sue avversarie, ieri sera ha rifilato 7 reti, senza subirne, ai mal capitati scozzesi del Celtic.

SEMPRE BARCELLONA – E, come al solito, appunto, è la stella Messi a brillare di più, segnando la sua sesta tripletta in Champions League. Ma il brasiliano, Neymar, fresco vincitore del titolo Olimpico con i suoi compagni verdeoro, non è stato a guardare, e ha brillato anche lui, su punizione e sfornando ben quattro assist. Vanno in gol, così, anche Suárez, con una doppietta e il “cervello” blaugrana Andrés Iniesta. Viene negata anche la soddisfazione del gol della bandiera al Celtic, perché il Marc-André ter Stegen ha parato il tiro dagli undici metri di Moussa Dembélé.

MANITA BAYERN – È la 13esima vittoria consecutiva casalinga in Champions per il Bayern, firmata con una  cinquina ai russi del Rostov. È Lewandowski a portare in vantaggio i bavaresi su calcio di rigore, mentre Müller assicura il risultato raddoppiando prima dell'intervallo. Scrive la parola fine al match, Kimmich siglando una doppietta seguita dalla ciliegina sulla torta di Bernat per il 5-0 definitivo. Una prova di forza per dimostrare alle contendenti che: il Bayern c’è!

NAPOLI IN RIMONTA – Il Napoli ci mette la “testa”, quella di Arkadiusz Milik. L’ex Ajax, arrivato a Napoli con l’arduo compito di non far rimpiangere quel mostro sacro di Gonzalo Higuain, ieri sera ha ribaltato il risultato. Il 22 enne polacco ha messo a segno la sua prima doppietta con la maglia azzurra in Champions League, rimediando il momentaneo svantaggio. Il merito della vittoria va ascritto anche a Mertens, ieri in versione assit-man.

Gli ucraini hanno sciaguratamente sprecato il vantaggio acquisito grazie alla rete di Garmash. Male in difesa, hanno permesso al centravanti azzurro di realizzare due gol di testa. In più, la Dynamo è rimasta in 10 uomini dal 67' per secondo giallo ai danni di Sydorchuk per una netta simulazione in area di rigore. Parte bene insomma il Napoli di Champions con una bella vittoria fuori casa ma soprattutto con tre punti in classifica.

Paolo Natale

Giornalista pubblicista

Collaboratore per Book Moda Magazine

Collaboratore per Top Time Magazine

Dottore in Scienze della Comunicazione

www.dazebaonews.it

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

La Magia del Coaching e l’Expecto Patronum!

Facendo seguito ad una serie di considerazioni lette sulle riviste, fatte da alcuni personaggi del mondo dello spettacolo, indicative di tanta confusione sul contesto del coaching, colgo questa occasione come...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Alda Merini. La straordinaria avventura del Bacchelli, un vitalizio meritato

 Alda Merini si è spenta, a settantotto anni, il primo novembre 2009. Ha avuto funerali di Stato con camera ardente in Duomo. La sua tomba è nel cimitero monumentale di...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077