Giovedì, 22 Settembre 2016 08:00

Rally. Codato segna uno zero al nido dell'Aquila

Scritto da

Il giovane portacolori della scuderia PR Group conclude anzitempo, causa uscita di strada, il primo atto della serie Raceday 2016 - 2017

VENEZIA -  Il primo round dell'attesa serie dedicata agli amanti dei fondi a scarsa aderenza lascia l'amaro in bocca alla scuderia PR Group che vede il proprio portacolori, il giovane Mattia Codato, alzare bandiera bianca sul finale di gara. Durante lo scorso weekend è infatti andato in scena il Rally Nido dell'Aquila che apriva di fatto il sipario sull'edizione 2016 – 2017 del Challenge Raceday. La duplice validità con il Trofeo Rally Terra ha richiamato a Nocera Umbra i migliori specialisti terraioli di tutto lo stivale contribuendo ad elevare il livello tecnico sportivo dell'evento.

Codato, affiancato dall'esperto Andrea Tumaini alle note, scendeva in campo con la consueta Mitsubishi Lancer Evo VIII di gruppo N deciso, forse un po' troppo, a mettersi in luce. Già sul primo passaggio della prova speciale di Lanciano il pilota della scuderia veneziana lasciava per strada il paraurti posteriore della trazione integrale nipponica. Nelle succesive il passo di Codato incrementava sensibilmente sino a staccare un buon diciannovesimo parziale assoluto sul secondo passaggio sul Monte Pennino.

Durante l'ultima tornata sulla Lanciano, a due chilometri dal termine del tratto cronometrato, il giovane pilota della “Mitsu” viene tradito da una sinistra e destra dossata, che lo porta a concludere la propria trasferta al di fuori della sede stradale, quando viaggiava al quinto posto tra le vetture di classe N4.

Correlati

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Rapporto Human Rights Watch sul Covid-19: “Chiunque trovi il vaccino deve con…

Rapporto Human Rights Watch sul Covid-19:  “Chiunque trovi il vaccino deve condividerlo"

Trasparenza, cooperazione globale e responsabilità per una cura alla portata di tutti. I governi dovrebbero massimizzare l'accesso al vaccino Covid-19 e garantirlo economicamente alle persone in tutto il mondo, ma altresì...

Greta Crea - avatar Greta Crea

Lo schermo dell’arte. “Spit earth: who is Jordan Wolfson?”, documentario s…

Lo schermo dell’arte. “Spit earth: who is Jordan Wolfson?”, documentario su uno scultore dalla personalità complessa

Suo grande cruccio è non essere (ancora?) stato inserito alla Biennale di Venezia, ma Jordan Wolfson, è oggi uno degli artisti più controversi e famosi a causa di opere, inquietanti...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]