Sabato, 15 Aprile 2017 11:02

Calcio. Ricordando Morosini e la sua umanità

Scritto da

Piermario Morosini aveva venticinque anni quel maledetto 14 aprile di cinque anni fa, oggi ne avrebbe trenta e sarebbe, senza dubbio, un calciatore affermato. Era bravo, umile, dolce, era rimasto un ragazzo della porta accanto nonostante i soldi, la celebrità e le attenzioni dei molti osservatori che ne avevano colto le qualità umane, oltre che quelle atletiche.

Il suo cuore fragile non resse e all'Adriatico di Pescara, poco dopo la metà del primo tempo, il ragazzo si accasciò sul prato e non si rialzò più. Un'immagine sconvolgente che fece il giro del mondo, tanto che Livorno e Vicenza ritirarono per sempre la maglia numero 25 (il numero di Morosini), il Barcellona scese in campo con il lutto al braccio e il mondo del calcio si interrogò a lungo se fosse possibile salvarlo ma anche se fosse giusto che un ragazzo con il cuore tanto debole e con precedenti familiari che avrebbero dovuto far suonare quanto meno qualche campanello d'allarme giocasse a certi livelli. 

A noi, con tutto il rispetto per le vicende giudiziarie, gli accertamenti e le dispute, pur lecite e sensate, cui abbiamo assistito in questi anni, di tutto ciò importa poco o nulla. Ciò che ci interessa è ricordare la squisita persona di Piermario, il suo sorriso, il suo carattere solare, il suo amore per la vita e la sua costante lotta contro tutte le assurdità e le ingiustizie di questo mondo. 

Ci piace ricordare il suo percorso umano e sportivo, la sua disponibilità, il suo essere un punto di riferimento per i compagni e la grande stima che riusciva a guadagnarsi anche da parte degli avversari. 

Ci piace pensare che sia andato a giocare lassù, dunque sia felice, benché avvertiamo il vuoto straziante della sua mancanza. 

E riteniamo giusto ricordarlo e rendergli omaggio, deporre un fiore sulla sua tomba e continuare a giocare, a seguire il calcio e ad amare e credere nello sport e nei suoi valori perché siamo sicuri che lui avrebbe voluto così.

Riposa in pace, piccolo grande uomo.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Opinioni

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei de…

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei del Mediterraneo. Foto

In molte persone, la parola Eolie evoca istintivamente immagini di mare azzurro e spiagge incontaminate. Pochi, tra le migliaia di turisti che arrivano ogni anno, conoscono il museo di Lipari...

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

Studi scientifici dimostrano l’importanza delle arti per il benessere psico-fisico  

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]