Sabato, 07 Ottobre 2017 16:22

Grande delusione per Mann Kaur

Scritto da

Grande delusione per Mann Kaur che non potrà partecipare ai campionati asiatici di atleti asiatici in Cina a causa del mancato “invito personale” da parte degli organizzatori. Una perdita prima di tutto per la manifestazione, visti i premi ricevuti dall’atleta (a Auckland, in Nuova Zelanda, ad aprile, ha vinto la sua 17esima medaglia d'oro, in Canada le è stato assegnato un premio nel mese di ottobre, è stato nominato anche per il prestigioso premio "Laureus World Best Sporting moment of the Year 2017", ma la sua prima medaglia risale al 2007 agli Athletics di Chandigarh Masters). 

"Mi sento un po’ delusa che il visto non sia stato concesso dato che avrei potuto vincere alcune medaglie. Avevo corso duramente per l'evento nelle ultime settimane e quando il visto è stato negato è stata una sorpresa”, ha detto Kaur. 

La maggiore sorpresa, però, non deriva dal fatto che le è stato negato il visto, ma dalla sua età: Mann Kaur ha 101 anni. Una veneranda età che quest'anno non ha impedito a quest’atleta di vincere i 100 piani metri ai World Masters Games. Mann Kaur era diventata famosa lo scorso anno quando era diventata la centenaria più veloce al mondo, vincendo i 100 metri agli American Masters Games di Vancouver con un tempo di 1 minuto e 21 secondi.

Risultati e palma race che non sono stati sufficienti: ai 20 Campionati di Atletica Asia Masters Rugao in Cina giochi in Cina è stato negato l’accesso a lei e anche a suo figlio di “soli” 79 anni. "L'ambasciata cinese a Delhi ha dichiarato che entrambi non avevano un invito personale. Abbiamo allegato una lettera della Federazione Atletica Masters of India con le nostre domande di visto, ma il visto è stato negato e ci è stato detto che è stato richiesto l'invito personale”, ha detto ad un giornale suo marito Gurdev Singh marito dell’atleta ultracentenaria. Che ha aggiunto che la moglie era impaziente di vincere alcune medaglie in diverse categorie (corse di 100 metri e 200 metri e lancio del giavellotto). 

Singh, che doveva partecipare al salto a lungo e alle corse da 100 metri e 200 metri, ha detto che nella lettera della Federazione Atletica dei Masters dell'India "entrambi i nostri nomi sono stati menzionati separatamente per partecipare a vari eventi in Cina" . "Abbiamo in programma trasferte negli Stati Uniti e in Canada dopo i giochi in Cina”. Mann ha aggiunto che "L'ambasciata cinese avrebbe potuto anche rilasciare un visto visitatore / turistico per quattro giorni. Avevamo chiesto quattro giorni prima che i giochi vengano avviati, il che è il loro requisito secondo le loro regole". 

La cosa più sorprendente è che Mann Kaur ha iniziato a praticare atletica alla tenera età di 93 anni dopo aver visto suo figlio eseguire una gara a Patiala. 

"Non sarebbe stata un'ispirazione per i cinesi di vedere una donna di 101 anni che correre e partecipare a concorsi sportivi?" ha detto. Difficile darle torto.

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077