Martedì, 10 Ottobre 2017 10:18

Calcio. Mondiale Russia 2018. Avanti adagio. L'Italia batte l'Albania 1-0.

Scritto da

ROMA - Si va avanti ma, avanti così, non si va lontani. Risultato di misura contro l’Albania, uno striminzito 1-0 che porta gli azzurri a essere teste di serie ma che non regala grandi emozioni e soprattutto grandi aspettative.

La macchina è ancora inceppata, manca qualcosa, anzi, tante cose. Infortuni a parte (Verratti, Belotti, De Rossi, ecc.), Ventura non è riuscito ancora a plasmare la “creatura” a sua immagine e somiglianza. L’aspetto forse più evidente, è la mancanza di “cattiveria”, di forza d’animo che di solito l’ex tecnico granata riesce a trasmettere alle sue squadre.

Manca quel grido di battaglia che segna un senso di appartenenza, alla maglia azzurra ovviamente, e che spesso si rivela l’arma in più per superare le difficoltà e portare a casa i risultati.

Anche ieri sera, si è vista sì la volontà, con pochezze di idee (ma questo è un altro discorso) ma non si è vista quella determinazione tipica di chi vuole portare a casa la qualificazione costi quel che costi. Probabilmente gli interpreti non saranno all’altezza, e questo è un dato. Talenti puri che aspirano a diventare campioni, non ce ne sono. Tanti bravi giocatori ma mancano leader in mezzo al campo.

CERCASI FANTASIA A CENTROCAMPO - Soprattutto a centrocampo, manca un faro che illumini il gioco, che semplifichi le trame difficili e sappia innescare gli uomini di attacco e magari, quando non si riescono a trovare spazi, sappia inventarsi una giocata da singolo, un colpo dal cilindro. Giocatori con queste caratteristiche, in questa Italia, non se ne vedono nemmeno l’ombra.

E allora avanti così, a tentoni, sperando di trovare, prima o poi, l’exploit di qualcuno o la misura giusta per far rendere al massimo tutti i selezionati di Ventura, magari, perché no, aiutati anche un po’ dalla fortuna.

Paolo Natale

Giornalista pubblicista

Collaboratore per Book Moda Magazine

Collaboratore per Top Time Magazine

Dottore in Scienze della Comunicazione

www.dazebaonews.it

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: Siamo pronti ad affrontare lo tsunami digitale?

Siamo nel pieno delle sfide del mondo 4.0, una rivoluzione non solo industriale, ma anche personale e professionale.

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La Magia del Coaching e l’Expecto Patronum!

Facendo seguito ad una serie di considerazioni lette sulle riviste, fatte da alcuni personaggi del mondo dello spettacolo, indicative di tanta confusione sul contesto del coaching, colgo questa occasione come...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077