Roberto Bertoni

Roberto Bertoni

Mercoledì, 26 Marzo 2014 14:56

Senza corpi intermedi non c’è democrazia

ROMA - Ha spiegato giustamente Stefano Fassina, su “l’Unità” di ieri, che “senza sindacati e organizzazioni di categoria si scivolerebbe facilmente nei movimenti dei forconi” e che “chi ha responsabilità politica è giusto che non accetti veti da parte di nessuno, ma una democrazia di qualità si fonda anche sul ruolo attivo e propositivo della rappresentanza economica e sociale”.

ROMA - Per comprendere ciò che è accaduto ieri bisogna leggere le varie vicende con il distacco degli osservatori più maligni, di coloro che ne hanno viste e sentite troppe per lasciarsi incantare dalle promesse di un ragazzo fiorentino che vorrebbe riuscire dove tutti i suoi predecessori hanno oggettivamente fallito ma non si è ancora reso conto che questo disastro collettivo non è frutto del caso o dell’incapacità dei singoli.

ROMA - Alla fine, purtroppo, sappiamo già che prevarrà la realpolitik.

ROMA - Delle numerose immagini che rimarranno impresse di questo week-end romano dedicato all’Europa, nel quale il PD ha finalmente sancito l’ingresso ufficiale nella famiglia del socialismo europeo, una è senz’altro più significativa delle altre, ed è quella di Martin Schulz, candidato del PSE alla presidenza della Commissione europea, circondato da un gruppo di ragazzi provenienti da vari paesi e intento a rispondere alle loro domande circa il futuro dell’Unione Europea e le prospettive delle nuove generazioni.

Domenica, 23 Febbraio 2014 09:08

Un governo che si sposta a destra

 

ROMA - Sarebbe sbagliato e persino infantile parlar male di un governo che ha da poche ore giurato nelle mani del Capo dello Stato e non ha ancora ottenuto la fiducia alle Camere; pertanto sospendiamo ogni giudizio e ci riserviamo di valutarlo nelle prossime settimane, quando il segretario del PD si sarà insediato a Palazzo Chigi e avrà iniziato a dispiegare la potenza di fuoco del suo indubbio carisma.

ROMA - Come abbiamo sempre scritto, il vero avversario di Renzi è Renzi stesso. E ieri, seguendo la drammatica, per non dire devastante, direzione del PD, ne abbiamo avuto la conferma. A fornircela è stato lui stesso, ribadendo, vantandosene, il fatto di essere animato da un’“ambizione smisurata”, di non essere disposto a fermarsi davanti a nulla e a nessuno e di perseguire il proprio progetto anche a costo di sfiduciare apertamente un esponente del partito di cui è segretario, incurante della rivolta che si è nuovamente scatenata sul web e della ferma contrarietà della base a questa decisione.

ROMA - La situazione che si è venuta a creare nel PD al termine della Direzione di giovedì scorso è tanto semplice quanto drammatica. Gli scenari plausibili, infatti, sono solo due: o un Letta bis, con l’ingresso di alcuni renziani al governo e la promozione di Delrio agli Interni o alla Giustizia, o il ritorno anticipato alle urne, accorpato alle Europee di maggio.

ROMA - 26 gennaio: sono trascorsi esattamente vent’anni. Era, infatti, il 26 gennaio 1994 quando Silvio Berlusconi fece mandare in onda il video-messaggio che avrebbe cambiato per sempre, e purtroppo nettamente in peggio, la politica italiana. Vent’anni.

Lunedì, 23 Dicembre 2013 12:14

2014, un anno per combattere il populismo

ROMA - Un anno all’insegna dell’Europa e delle grandi svolte da realizzare: sia sul piano nazionale sia, soprattutto, in un contesto europeo e globale sempre più frastagliato. Ma anche l’anno dell’auspicata ripresa economica e del ritorno alla crescita cui, purtroppo, sappiamo fin da ora che non farà seguito la creazione di nuovi posti di lavoro e la conseguente diminuzione del tasso di disoccupazione, in particolare fra i giovani.

ROMA - Com’era prevedibile, di fronte all’Assemblea Nazionale che, a Milano, lo ha eletto segretario, Renzi ha fatto il Renzi. E forse, a voler essere sinceri, ha fatto bene a comportarsi così, interpretando il suo ruolo di Giamburrasca consapevole, lasciando a Cuperlo la parte dell’intellettuale che rivendica i valori della sinistra e a Letta quella dell’uomo di Stato che viene a indicare ai delegati del proprio partito la strada da percorrere per trasformare in realtà ciò che a molti sembra impossibile, ossia una pacifica convivenza con il dinamico neo-segretario del PD.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Opinioni

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

“Ma forse sono io che faccio parte di una razza, in estinzione.” (G. Gaber) 

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

Rinnovamento scientifico: il binomio sicurezza e sostenibilità

Rinnovamento scientifico: il binomio sicurezza e sostenibilità

Laboratori scientifici in prima linea, l’importanza della ricerca e dello sviluppo 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]