Roberto Bertoni

Roberto Bertoni

Lunedì, 02 Settembre 2013 19:45

Per fortuna, Obama non è Bush

ROMA - A parte i nomi e la pericolosità del nemico, specie per quanto concerne le possibili ricadute sulla già esplosiva regione mediorientale, rispetto a dieci anni fa non è cambiato nulla. C’è la Siria al posto dell’Iraq, Assad al posto di Saddam Hussein, papa Bergoglio a denunciare preventivamente la barbarie e la disumanità di qualunque conflitto al posto di papa Wojtyla e infine Obama al posto di Bush a mostrare i muscoli di un’America che, per la sua storia, il suo ruolo e l’ambizione di conservare la leadership mondiale nonostante l’avanzata cinese, non può rimanere inerte di fronte a una carneficina di proporzioni spaventose.

Domenica, 18 Agosto 2013 12:15

Egitto, non sia un altro Iraq

ROMA - Osservando le immagini provenienti dell’Egitto, tra moschee assediate e cadaveri di manifestanti sparsi ovunque, ci tornano purtroppo in mente i commenti superficiali e sbagliati cui si lasciarono andare numerosi opinionisti in seguito alla destituzione del presidente Morsi ad opera dell’esercito.

Ciò che dà più fastidio, anzi lascia davvero sconcertati, è che di questi tempi di motivi per attaccare il PD ce ne sarebbero a iosa, tant’è che a breve li elencheremo tutti.

Lunedì, 08 Luglio 2013 17:24

Ma noi dove eravamo in questi anni?

ROMA - Grazie di cuore a papa Francesco per ciò che ha detto oggi a Lampedusa. Grazie per la nobiltà di un gesto che è, forse, il più rivoluzionario compiuto da un pontefice da quando Giovanni Paolo II si recò in visita alla sinagoga di Roma (era il 13 aprile 1986).

Giovedì, 04 Luglio 2013 12:00

Egitto. Piazza Tahrir due anni dopo

ROMA - Ci auguriamo di non essere gli unici a non aver esultato affatto di fronte alle immagini provenienti da piazza Tahrir al Cairo. E se non abbiamo esultato è perché due anni dopo, svanite le utopie e le illusioni, siamo diventati tristemente, e a tratti un po’ cinicamente, realisti.

 

 

ROMA - Prima di addentrarci nel complesso pacchetto di riforme varato in settimana dal governo con il decreto Lavoro e dei buoni risultati conseguiti da Letta al vertice europeo di Bruxelles, è d’obbligo una premessa.

Per chi, come noi, ricorda bene le violenze e le repressioni messe in atto nel 2009 dal regime di Ahmadinejad, col plauso della suprema guida religiosa che domina in Iran dai tempi di Khomeini, è bellissimo poter commentare le immagini dei giovani riversatisi nelle strade di Teheran per festeggiare la vittoria elettorale del moderato Hassan Rohani.

Mercoledì, 12 Giugno 2013 12:38

Grecia, la miseria e il declino

Ciò che sta accadendo in Grecia dovrebbe indignarci quanto, e forse ancora di più, di ciò che sta accadendo in Turchia. Guai a chi dovesse cedere alla tentazione di iniziare a stilare classifiche dell’indignazione o della barbarie, ma una cosa è certa: attualmente, per instaurare un regime, esistono metodi assai più raffinati di quelli che furono utilizzati ottant’anni fa da Mussolini, Hitler e Franco. Come scrisse Montanelli, infatti, “oggi, per instaurare un regime, non c’è più bisogno di una marcia su Roma né di un incendio del Reichstag, né di un golpe sul palazzo d’Inverno.

Mercoledì, 05 Giugno 2013 14:55

La speranza dei ragazzi di Istanbul

ROMA - Una generazione che scende in piazza a presidio degli alberi del Gezi Park a Istanbul: alberi che il governo Erdogan vorrebbe abbattere per sostituirli, a quanto pare, con un centro commerciale, una caserma e una moschea.

ROMA - Guai a chi dovesse pensare che, dopo la chiusura della procedura d’infrazione per deficit eccessivo, decisa mercoledì scorso dall’Unione Europea, la crisi morale, civile, culturale ma, soprattutto, politica, strutturale ed economica del nostro Paese sia alle spalle.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Opinioni

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

“Ma forse sono io che faccio parte di una razza, in estinzione.” (G. Gaber) 

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

Rinnovamento scientifico: il binomio sicurezza e sostenibilità

Rinnovamento scientifico: il binomio sicurezza e sostenibilità

Laboratori scientifici in prima linea, l’importanza della ricerca e dello sviluppo 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]