Domenica, 08 Ottobre 2017 11:20

Cabrini: l'avventura del bell'Antonio

Scritto da

Cabrini da Cremona fa sessanta: incredibile se si pensa al bel ragazzo che solcava la fascia sinistra dei campi di gioco d'Italia e d'Europa. 

Domenica, 01 Ottobre 2017 21:31

Pelé: il giorno in cui calò il sipario

Scritto da

Era il 1° ottobre 1977 quando Edson Arantes do Nascimento, universalmente noto come Pelé, disputò la sua ultima partita: un'amichevole che si tenne a New York fra il Santos e il Cosmos, le sole due squadre, oltre al Brasile, che abbiano avuto la fortuna di averlo dalla propria parte. 

Domenica, 24 Settembre 2017 09:10

Il Camp Nou e il buio della Catalogna

Scritto da

Nel periodo più buio e travagliato della Catalogna, con un referendum devastante che si staglia all'orizzonte e mette a repentaglio l'avvenire della Spagna e dell'Europa, ci concediamo una piccola pausa per celebrare il sessantesimo anniversario del magnifico Camp Nou, lo stadio del Barcellona inaugurato il 24 settembre 1957 e che, dunque, compie sessant'anni.  

Sabato, 09 Settembre 2017 08:47

Claudio Sala: il poeta granata

Scritto da

Era il poeta del gol, il Cruijff italiano, l'alfiere di quel tremendismo granata che negli anni Settanta ritrovò per l'ultima volta i fasti perduti a Superga in quel maledetto schianto aereo che costò la vita a una delle compagini più forti di tutti i tempi.

Domenica, 03 Settembre 2017 10:26

L'Italia del calcio specchio del paese

Scritto da

È inutile prendersela con il povero Ventura e con i suoi ragazzi, massacrati per 3 a 0 dalle furie spagnole che hanno letteralmente egemonizzato la serata di ieri al Bernabéu, in quanto non sarà certo lo scaricabarile a farci uscire dalle secche nelle quali ci siamo incagliati ormai da anni.  L'Italia del calcio è lo specchio fedele di un paese in guerra con se stesso: diviso, dilaniato da mille polemiche inutili, stremato dall'incertezza e dalla rabbia e, purtroppo, quasi per nulla competitivo in ambito internazionale. Nel campo sportivo non va meglio.

Mercoledì, 30 Agosto 2017 16:04

Pavel Nedved: la furia ceca continua

Scritto da

Un fuoriclasse, un campione assoluto ma, soprattutto, un uomo di grande valore: un Pallone d'oro che nel 2006 scelse di seguire la Juve in Serie B per assecondare le ragioni del cuore, ovviamente in contrasto con quelle del portafoglio e della carriera.  

Non gioca più ormai da qualche anno ed è un peccato, in quanto Thierry Henry, soprannominato "Titì", è stato senza dubbio uno dei più grandi campioni degli ultimi vent'anni.  

labo.jpg

Cerca nel sito

WEB_300X300.jpg

Opinioni

Morire come un insetto

La vita media nei paesi sviluppati si è allungata. Per quelli che vivono in Europa o negli Stati Uniti d’America o in Giappone, raggiungere la terza età e oltre è...

C.Alessandro Mauceri - avatar C.Alessandro Mauceri

Storia: Cinquant’anni fa l’offensiva del Tet

Nel gennaio del 1968 con l’attacco comunista al sud gli Usa capirono che la guerra in Vietnam non poteva essere vinta. “Il Vietnam è ancora dentro di noi. Ha creato dei...

Alessandro Ceccarelli - avatar Alessandro Ceccarelli

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077