Lunedì, 25 Ottobre 2010 08:20

Rugby. Capitombolo Padova. Mogliano guastafeste. Le foto

Scritto da

ROMA – Il triplice fischio finale dell’arbitro Giulio De Santis, che mette fine al super derby veneto tra Petrarca e Rovigo, chiude la quinta giornata del massimo campionato italiano di rugby che quest’anno si chiama d’Eccellenza.

La classifica, che avrebbe dovuto ricevere uno scossone, diventa più corta del solito.

Due sono i risultati importanti di questa quinta giornata. Stiamo parlando del successo casalingo del FemiCz Rovigo contro il Petrarca Padova e della prima vittoria del Marchiol Mogliano che sabato pomeriggio ha espugnato il campo romano delle Tre Fontane. Proprio nel giorno in cui la Rugby Roma festeggiava i suoi primi ottanta anni di attività.
Estra I Cavalieri Prato e GranDucato Parma, dopo la sfida che li ha visti gli uni di fronte agli altri, si alternano al secondo (Prato) e terzo posto in classifica.Risalgono in zona play-off anche i Banca Monte Parma Crociati che vincono 41-16 la sfida contro L’Aquila, relegando gli abruzzesi in penultima posizione. Importante vittoria in chiave salvezza per la Mantovani Lazio, che al “Giulio Onesti” dell’Acqua Acetosa si aggiudica la sfida contro il Casinò di Venezia con il risultato di 28-22. I lagunari sono l’unica squadra ancora senza vittorie nell’Eccellenza 2010/2011. Pur avendo guadagnato un punto ai quattro di penalizzazione per la mancata attività giovanile, Venezia rimane all’ultimo posto in classifica.

Il derby veneto va ai ‘Bersaglieri’
Allo stadio “Mario Battaglini” di Rovigo va in scena il derby numero centoquarantaquattro. Si affrontano due squadre che hanno fatto la storia del rugby italiano e che nell’ultima tornata di Challenge Cup hanno dovuto subire delle batoste dalle squadre europee. Padova cerca i punti che possano consentirgli di scappare via, Rovigo vuole invece fare lo sgambetto ai ‘cugini’ patavini rientrando in corsa per la vetta. Padova è ancora imbattuto, mentre Rovigo viene dalla sconfitta esterna in quel di Roma.
Alla fine il risultato finale, 31-3, arriderà ai bersaglieri messi in campo sapientemente da coach Polla Roux. Protagonisti del match, oltre alla onnipresente pioggia, sono stati gli otto uomini che compongono il pacchetto di mischia rossoblu. Su tutti è spiccata la buona prova del pilone destro rodigino Max Ravalle.
Rovigo sale così in quinta posizione e scavalca di fatto la Rugby Roma. Il Petrarca, invece, è costretto a mandar giù il primo boccone amaro della stagione (eccezion fatta per la Challenge Cup…). La vetta è ancora saldamente in mano patavina, ma il fiato sul collo dei Cavalieri Prato potrebbe rivelarsi fatale, visto che sabato prossimo sarà scontro proprio fra prima e seconda in graduatoria.

Il Mogliano rovina la festa della Roma
La Roma sceglie il modo peggiore per festeggiare i suoi primi 80 anni di storia andando a perdere contro la matricola Marchiol Mogliano. La squadra di De Villiers gioca male e sembra troppo schiava delle prestazioni del mediano d’apertura Luciano Rodriguez. Questi sabato pomeriggio non ha brillato per precisione, di conseguenza tutta la linea dei trequarti non è riuscita ad imporre il proprio gioco. Sia chiaro che un pomeriggio nero può capitare a tutti, ma diventa un problema per la Roma se al venir meno dell’apporto del giovane apertura corrisponde il black out offensivo della squadra.
Scarsa nella disciplina comportamentale (soprattutto in mischia) e nei fondamentali come il passaggio, la Roma passa il tempo a sprecare occasioni su occasioni. Per almeno tre volte gli spettatori del Tre Fontane si alzano in piedi pronti a festeggiare la meta, ma sono costretti ad assistere ai continui errori di handling dei bianconeri. Fotografa bene la situazione Dannie De Villiers in conferenza stampa: “Nella mia carriera di allenatore non avevo mai visto un match come questo, abbiamo dominato in tutti gli aspetti ma non abbiamo vinto.”
Gli ospiti dal canto loro oppongono una strenua difesa ai continui attacchi dei romani. Dove non arrivano loro ci pensano gli stessi giocatori bianconeri a fermarsi. Hanno una sola occasione e la sfruttano al meglio con un pregevole sottomano di Enrico Ceccato che permette al pilone Meggetto di realizzare l’unica meta di tutto l’incontro. I veneti colgono così la loro prima vittoria nella massima serie all’esordio in panchina della coppia composta dall’ex tecnico rodigino Umberto Casellato e l’ex pilone Franco Properzi.


Per farla breve la partita di sabato pomeriggio assomiglia ad “Una tipica festa di compleanno ‘rovinata’ dagli ospiti che rompono i bicchieri di cristallo di mammà.”
Classifica: Petrarca Padova punti 19; Estra I Cavalieri Prato 18; HBS GranDucato Parma 16; Banca Monte Parma 15; Femi-CZ Rovigo 14; Futura Park Rugby Roma 12; Mantovani Lazio 8; Marchiol Mogliano 7; L’Aquila Rugby 4; Casinò di Venezia* -1*quattro punti di penalizzazione per mancata attività giovanile

Prossimo turno – VI giornata – 30.10.10 – ore 15.00
L’Aquila Rugby v Femi-CZ Rovigo
Casinò di Venezia v Marchiol Mogliano
Petrarca Padova v Estra I Cavalieri Prato
BancaMonteParma Crociati Rugby v Mantovani Lazio

31.10.10 – ore 14.00 – diretta Rai Sport 2/www.raisport.rai.it
Futura Park Rugby Roma v HBS GranDucato Parma

 

Foto di Elisa Mastroianni e Alessandra Di Stefano

Correlati

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

C’è sempre un Simenon in libreria

C’è sempre un Simenon in libreria

Vai dal tuo libraio e ti senti chiedere: “Hai visto il nuovo Simenon?”  e ti mette in mano La fattoria del coupe de vague, un Simenon d’annata che Adelphi pubblica...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

“Reimagine”, breve film sull’importanza vitale della ricerca scientifica

“Reimagine”, breve film sull’importanza vitale della ricerca scientifica

L’emergenza Covid ha reso ancor più evidente di quanto non fosse sempre stato l’importanza della ricerca farmaceutica. Novartis, impegnata a scoprire nuovi farmaci è tra le prime aziende al mondo...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]