Mara Carlesi

Mara Carlesi

ROMA - Il libro ha come fulcro l’ attività frenetica, interiore, di Gina, una ragazza che sta vivendo l’ estate della sua giovinezza, alla scoperta del mondo al di fuori del  lavoro e della casa, ove è padrona incontrastata vivendo sola con un fratello che lavora di notte. A farle scoprire la stagione della sua vita sarà Amelia, colei da cui Gina si fa condurre. La donna è usata dall’ autore come guida in un rito di passaggio, dalla fanciullezza all’ età adulta.

ROMA - “Nunc et in hora mortis nostrae. Amen”. Con questo incipit si apre il romanzo, mentre sul soffitto si risvegliano gli affreschi delle divinità olimpiche. Forte è il contrasto tra i suoni, la preghiera alla Vergine, e le immagini pagane. Immediatamente dopo si ha un nuovo contrasto tra le immagini e i profumi del giardino.

ROMA - Il romanzo di Michail Bulgakov  immette il lettore in una situazione paradossale. E’ un incontro, uno sconto, tra due mondi, apparentemente sconnessi, che non possono coesistere. La Russia, più precisamente Mosca, del 1929 si va ad intrecciare con la vicenda di Ponzio Pilato ed il processo di Yeshua. Questo unirsi di spazio e tempi, tanto diversi e lontani tra di loro, non è però lasciato al caos.

Pagina 8 di 8

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077