Susi Ciolella

Susi Ciolella

ROMA - E’ un gesto disperato quello due dipendenti di Groundcare che  ieri pomeriggio hanno iniziato lo sciopero della fame davanti agli uffici direzionali della società Aeroporti di Roma e hanno trascorso la notte sul posto, riparandosi dal freddo e dalla pioggia con mezzi di fortuna.

ROMA - Continua la mobilitazione dei lavoratori licenziati della società handler di Fiumicino e Ciampino,  che ieri hanno manifestato all'aeroporto di Roma Leonardo Da Vinci, bloccando a più riprese la circolazione stradale verso l'aeroporto,  per denunciare la propria situazione.  

ROMA - Per i lavoratori della Groundcare la società, handler di Fiumicino e Ciampino, fallita il 28 maggio, queste sono ore decisive. La trattativa si è chiusa con il ‘salvataggio’ di solo metà dei lavoratori.

Domenica, 16 Novembre 2014 10:36

Tor sapienza. Chi ha paura della paura

Fuggire dalla guerra e ritrovarsi nella guerriglia urbana guardando il mondo con gli occhi di un bambino

Il mio nome è Abu e ho 12 anni sono arrivato in Italia dalle coste dell’africa. Ho attraversato il deserto e poi il mare agitato, ho vissuto le fatiche del cammino, il freddo della notte stretto su un barcone accanto ai miei fratelli. Ho guardato i grandi parlare fra loro e abbracciarsi, ho osservato le pieghe delle labbra arse dal sole, li ho guardati negli occhi per trovare la forza di resistere nei momenti in cui sentivo di non sopravvivere alla fatica.

ROMA- Alitalia nel 2008 ha fatto da apripista per un modello di relazioni in cui i lavoratori sono considerati materiale umano. E i nuovi licenziamenti di Cai ne sono una eredità. Si sono ancora una volta superati i criteri di legge, le persone sono licenziate senza neanche il preavviso, come in una roulette russa. Mentre la compagnia progetta un piano di sviluppo ambizioso. Un' atrocità

Riccardo Iacona: Questa è una battaglia santa. Il caso di Ilario e valentino riguarda tutti noi

 

ROMA- Quanto sta accadendo in Meridiana è significativo di un male più profondo. Dobbiamo interrogarci su quali siano i valori di cui ha bisogno il nostro paese. Il rispetto per la dignità delle persone. Uomini, donne, famiglie. Un rispetto che dovrebbe essere alla base di un paese civile. 

OLBIA- Questa mattina due dipendenti Meridiana, un pilota e un’assistente di volo, esasperati dal protrarsi inutile delle trattative, dalla posizione ferma sui licenziamenti ribadita dalle ultime interviste sprezzanti del Presidente Rigotti e dell’AD Scaramella, sono saliti su una torre di 40 metri nei pressi dell’Aeroporto di Olbia Costa Smeralda con uno striscione riportante i nomi dei 1634 dipendenti che verranno licenziati e la scritta NO AI LICENZIAMENTI con l’intenzione di rimanerci ad oltranza fino alla fine della vertenza e fino a che non si avrà una risposta concreta da parte del Governo.

 

La Compagnia aerea annuncia 1600 licenziamenti. Quasi il 70% della forza lavoro

ROMA- Accompagnano i nostri viaggi con la cortesia di chi si adopera per trovare il posto più confortevole, l’ospitalità di chi ci accoglie all’imbarco come fossimo ospiti graditi e la professionalità  di chi ci conduce  a destinazione in sicurezza. Sono uomini e donne, persone e famiglie, professionisti che hanno dedicato la loro vita indossando le ali della propria compagnia. Portandone per il mondo il marchio e la storia. Dipendenti che a breve dovranno restituire il tesserino, la divisa, persone cui è stata tolta la storia, il futuro, e anche la dignità di una professione amata da molti ma poco compresa nei suoi rischi e nella sua complessità. 

ROMA - Appartengo a quelle 10.000 persone che nel 2008 sono state licenziate dalla vecchia compagnia di bandiera, un piccolo paese, di lavoratori e precari, uomini e donne, ma anche famiglie e speranze. Licenziati, senza nessun criterio oggettivo di legge, considerati come " materiale umano " da utilizzare secondo necessità, nella più grande privatizzazione della storia recente del nostro paese. Molti tra questi lavoratori erano genitori di disabili e madri sole. Cosi come i sindacalisti scomodi.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Negli “Esercizi di memoria” scopriamo chi ispirò Montalbano a Camilleri e molto …

Pirandello era fascista o antifascista? Dipende dai punti di vista.  Quando, nel dicembre 1936 morì nella sua casa romana, le ceneri vennero raccolte in un’anfora greca e depositata al cimitero...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Dall'Austria un allarme da non sottovalutare

Chiunque conosca la biografia di Hitler sa che il futuro Führer non era tedesco bensì austriaco e sa anche che se c'erano due paesi in cui l'antisemitismo la faceva da...

Roberto Bertoni - avatar Roberto Bertoni

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208