Paolo Natale

Paolo Natale

Giornalista pubblicista

Collaboratore per Book Moda Magazine

Collaboratore per Top Time Magazine

Dottore in Scienze della Comunicazione

ROMA - L'Italia calcistica è chiamata al confronto con il calcio europeo.

ROMA - Si è conclusa con il posticipo Palermo-Inter, terminata con un sorprendente 4-3 per i rosanero, l'inizio del campionato di calcio. Partita divertente che ha visto un Palermo davvero arrembante che ha messo alle corde i nerazzurri ancora con le idee confuse. C'era molta attesa per la nuova Inter, con Forlan al posto di Eto'o, ma l'uruguaiano non ha certamente brillato nonostante il goal realizzato nel recupero. Forse è ancora troppo presto per assimilare il gioco di Gasperini, ma ora si giocano  gare che valgono punti e in più mercoledì c'è la Champions, quindi non c'è tempo da perdere.

ROMA - Sul nuovo campo sintetico del Manuzzi di Cesena, il Napoli corsaro porta a casa i primi 3 punti della stagione battendo 3-1 i romagnoli allenati da Giampaolo e si porta subito a +2 sul Milan.   

ROMA - Roboante risultato ieri sera al San Siro dove si è disputata la prima partita del campionato 2011-2012, Milan-Lazio terminata sul 2-2.

Venerdì, 09 Settembre 2011 16:21

Calcio. Ciak si gira, anzi. Si gioca

ROMA - Questa sera si accenderanno le luci allo stadio Giuseppe Meazza in San Siro, dove si ripartirà dalla seconda partita del girone di andata del campionato di calcio, a causa delle note vicende legate allo sciopero manifestato dai calciatori.

VENEZIA - A partire dal XII secolo, rappresentò il cuore dell'industria navale veneziana, contrastando  la potenza dei Turchi nel Mar Egeo e riuscendo a conquistare le prime rotte nel nord Europa. Ora, o meglio dal 12 al 20 maggio del prossimo anno e successivamente nell'aprile del 2013, l'Arsenale di Venezia sarà la culla che si prenderà cura degli avveniristici catamarani che si sfideranno a colpi di vela per l'America's Cup World Series, percorso propedeutico alla Coppa America.

Martedì, 06 Settembre 2011 11:10

L’Italia del calcio tra diritti... e i doveri?

ROMA - L'Italia calcistica ormai  dimora in un limbo. Si spera sempre che possa essere una situazione di transizione, e che se ne possa uscire fuori direzionando la propria prua, verso orizzonti più azzurri di quelli attuali. È un’Italia, quella del calcio, che reclama a gran voce i suoi diritti, al punto tale da aver fatto saltare la cosa più sacra all'interno dei nostri confini nazionali, la prima gara di campionato! Cosa è successo?

ROMA - Il calciomercato termina con piccoli fuochi d’artificio. Pochi soldi, vige il fair play finanziario, ci sono molti scambi, finti presti e acquisti con rate e dilazioni da cittadino italiano medio.  L’attesa dell’inizio del campionato di calcio  è vissuta, dai più accaniti, come una vera astinenza da sigaretta per fumatori incalliti.

Domenica, 04 Settembre 2011 13:54

Atletica leggera. Il riscatto del Super Bolt

DAEGU - Nella storia dei grandi campioni c’è già uno straripante giamaicano, Usain Bolt, che si è rifatto della figuraccia rimediata nei 100m ai mondiali di atletica leggera di Daegu in Corea del Sud, gara mai iniziata per lui perché squalificato per partenza anticipata dai blocchi.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Il quarto livello delle mafie

Dopo il  fallito attentato dell’ Addaura del 21 giugno 1989, Giovanni Falcone affermò testualmente: "Ci troviamo di fronte a menti raffinatissime che tentano di orientare certe azioni della mafia. Esistono...

Vincenzo Musacchio - avatar Vincenzo Musacchio

Negli “Esercizi di memoria” scopriamo chi ispirò Montalbano a Camilleri e molto …

Pirandello era fascista o antifascista? Dipende dai punti di vista.  Quando, nel dicembre 1936 morì nella sua casa romana, le ceneri vennero raccolte in un’anfora greca e depositata al cimitero...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208