Martedì, 22 Maggio 2012 18:18

In mostra a Milano l'artista romeno Alin Constantin Agape

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

MILANO -  Il Gruppo EveryOne plaude la nuova proposta della casa delle Culture del Mondo: le opere di Alin Constantin Agape, che si ispirano alle figure spirituali e rituali del buddismo e dell'induismo.

"La Casa delle Culture propone artisti di talento originari di etnie diverse," commenta Roberto Malini, co-presidente dell'organizzazione, "offrendo al pubblico milanese l'opportunità di ampliare i propri orizzonti culturali e di apprezzare le tradizioni e il pensiero di altri popoli. In un caso recente, la stessa Casa ha proposto per prima in Europa - e ho avuto personalmente l'onore di curare la mostra - il lavoro del maestro congolese Réné Bokoul, che dopo l'esibizione milanese è richiesto dagli enti culturali di tutto il continente e recupera il suo ruolo nel mondo dell'arte, ruolo di un vero virtuoso e contemporaneamente dii un notevole innovatore della grande arte africana. La Casa delle Culture ci ha inoltre anticipato il progetto di allestire una mostra fotografica che rende onore al talento di un giovane fotografo peruviano (in attesa di cittadinanza italiana) e a quella parte di Milano che guarda verso il progresso sociale: volti del popolo Rom in Italia, durante gli ultimi anni, in cui sgomberi, attentati e razzismo l'hanno colpito con brutalità. Va lodato il senso di giustizia che anima la Casa delle Culture, che anche in questo caso ha scelto la solidarietà, la tolleranza e la verità, seppure esse, agli occhi di chi non ama il dialogo fra i popoli, non appaiono "politicamente corrette"! Ci auguriamo che tanta lungimiranza riguarderà presto anche il lavoro della giovane artista Rom Rebecca Covaciu, che vive a Milano, ma è ormai conosciuta in tutto il mondo per il valore della sua pittura e il coraggio del suo esempio, che pone la creatività e l'amore per il prossimo di fronte alla ferocia del razzismo". Qui di seguito, il comunicato della Casa delle Culture.

Mandala - Il cerchio della vita

“Mandala - Il cerchio della vita”: opere di Alin Constantin Agape, promossa da Provincia di Milano/Assessorato alla Cultura,
dal 25 maggio 2012 al 10 giugno 2012 presso la Casa delle culture del mondo, via Giulio Natta 11, Milano (M1 Lampugnano).
Ingresso libero. Orari: martedì-venerdì 10.00-18.30 / sabato e domenica 14.00-21.00 / lunedì chiuso. Inaugurazione: giovedì 24 maggio ore 18.30.

Dal 25 maggio al 10 giugno, alla Casa delle culture del mondo della Provincia di Milano: venticinque vetrofanie di Alin Constantin Agape, grafico e pittore romeno ma residente in Italia. La mostra, dal titolo “Mandala - Il cerchio della vita”, comprende venticinque pitture su vetro che reinterpretano il concetto di “mandala”, espressione nella cultura buddista e induista del processo mediante il quale il cosmo si è formato a partire dal proprio centro. Associato al termine “ciclo”, nelle culture d’origine esso viene raffigurato con disegni geometrici circolari mediante sabbie di diverso colore e, in ossequio alla legge della caducità e rinascita continua di tutte le cose che esso stesso rappresenta, al termine della composizione viene spazzato via.
Ispirato dalla simbologia della ciclicità, Agape ripropone le forme del ‘mandala’ sul vetro, supporto che ha origine dalla sabbia e che disperde le figure su di esso disegnate attraverso la luce.

Originario di Dolhasca, una piccola città nel nord della Romania, Alin Constantin Agape fin dall’infanzia trasporta nei disegni i paesaggi rigogliosi della regione insieme ai personaggi delle fiabe tradizionali. In seguito agli insegnamenti di Dragos Patrascu, il più importante grafico della Romania, orienta la passione per il disegno verso la grafica, e già al termine degli studi artistici le sue opere sono esposte in diverse collettive e personali, con buon riconoscimento di pubblico e critica. Successivamente, definisce il suo stile nella realizzazione di vetrate artistiche, in cui colori e forme sono esaltati dal passaggio della luce. Sulla scorta dell’educazione religiosa ricevuta, realizza numerose vetrate per diverse chiese del Paese, affinando nel tempo una poetica personale intorno al simbolo della croce. 
Dal 2010 vive a Palermo, dove insegna disegno e pittura presso la scuola “Benedetto d’Acquisto”.


Informazioni al pubblico:
Provincia di Milano/La Casa delle culture del mondo, tel. 02 334968.54/30
www.provincia.milano.it/cultura - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

bianco.png