Venerdì, 28 Ottobre 2016 19:07

Inaugurato a Roma il primo Istituto Culturale Coreano in Italia

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

I primi appuntamenti aperti al pubblico al via già dal 27 ottobre, e dal 21 al 26 novembre la prima edizione della Korean Week 

Undicesimo in Europa e trentunesimo nel mondo, l’Istituto Coreano si sviluppa su uno spazio di oltre 2000 metri quadri, in una elegante palazzina liberty di via Nomentana n. 10/12, completamente ristrutturata dallo studio di architettura Agazzi. 

Diversi spazi espositivi, uno studio d’arte, una biblioteca, una sala per proiezioni, convegni e concerti, aule per corsi di lingua, una sala per lezioni di cucina e un giardino per esposizioni d’arte all’aperto per vivere la millenaria tradizione di questo paese, e incrementare i rapporti culturali fra Italia e Corea.

“A partire dall’entrata in vigore dell’Accordo Culturale del marzo 1965 – ha ricordato l’Ambasciatore della Repubblica di Corea Yong-joon Lee, nel preserntare alla stampa italiana ed estera l'Istituto – sono stati realizzati una serie di eventi e accordi che in questi decenni hanno rafforzato e intensificato i rapporti di cooperazione culturale fra i due stati, coinvolgendo settori come il teatro, il cinema, la musica, l’arte, lo sport, i beni culturali e la ricerca universitaria. L’Istituto, il trentunesimo nel mondo e l’undicesimo in Europa, proseguirà questi scambi, approfondendo con una serie di iniziative la cultura tradizionale e contemporanea della Corea”.

“L’Istituto Culturale Coreano –  ha proseguito Soo Myoung Lee direttore del neoistituto – è un luogo per presentare al pubblico italiano la cultura coreana, ma allo stesso tempo è anche un luogo tramite il quale desideriamo creare armonia con la cultura italiana. Spero che all’interno di questo Istituto gli artisti dei nostri due Paesi possano conoscersi, entrare in sintonia e divenire pionieri di una nuova cultura”. 

 Fra i prossimi appuntamenti da segnalare, la Korean Week in programma dal 21 al 26 novembre, che porterà in Italia, molti per la prima volta, artisti, musicisti, chef e atleti coreani per approfondire ogni giorno un tema diverso: la cucina (in collaborazione con Gambero Rosso), la cultura della bellezza, la musica jazz, l’arte marziale del taekwondo, e per concludere una giornata dedicata all’hanji, la famosa carta coreana realizzata dalla corteccia di gelso. Proseguono infine fino al 6 novembre, nell’ambito delle celebrazioni per l’apertura dell’istituto, i concerti al Teatro Italia Nuovi Voci Coreane per il Bel Canto con la Roma Sinfonietta.Dal 2017 al via i programmi di visita dell’Istituto, corsi di lingua coreana, corsi di calligrafia, corsi di cucina, e lezioni di taekwondo, sempre gratuiti e aperti al pubblico. Fino alla fine del 2016 si avvieranno dei corsi saltuari sotto iscrizione. 

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]