Lunedì, 15 Luglio 2019 13:50

Il Senegal ricomincia da Capo Verde

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Lo scorso anno sono stati 712mila gli arrivi a Capo Verde, il 20 per cento dei quali italiano. Quest'anno, puntano  a un milione 200mila. 

La nuova  sfida turistica del Senegal  passa attraverso le rotte di Cabo Verde Airlines, compagnia aerea di proprietà al 51% di Icelandair e del governo di Capo Verde, che assicura comodi collegamenti per Dakar con i suoi voli giornalieri, quattro da Milano e tre da Roma, operati con Boeing 757 e tariffe family, promo, basic, flex e premium. Dal primo luglio è tornato a volare sull'Italia. Lo ha confermato  Gianbattista Sassera, rappresentante sul mercato tricolore della compagnia, in occasione dell'evento per il trade organizzato a Roma insieme all'Agence sénégalaise de promotion touristique.

Non a caso  Capo Verde sta attirando sempre più investimenti turistici di qualità: qui hanno aperto Melia e Hilton, grandi catene internazionali e poi c'è il Gruppo Alpitour, presente a Sal e Boavista con il vettore di casa, Neos.

"Il turismo a Capo Verde sta cambiando – ha dichiarato   Pietro Dusi, nuovo direttore commerciale di CaboVerdeTime,   e aumenta la capacità di spesa dei turisti che arrivano qui ".  L'operatore quest'anno lancia due nuovi prodotti  sull'isola di Sal: l'Hotel Sobrado, quattro stelle con 54 camere  in formula b&b, e Halos Casa Resort, 110 suite  in formato all inclusive alle quali, dalla primavera 2020, si aggiungerà  un hotel con 250 camere, piscine e parco acquatico interno.

“La compagnia aerea – ha sottolineato  Gianbattista Sassera, rappresentante in Italia del vettore – offre anche lo stop over gratuito  fino a 7 notti a Sal dove operano alberghi di standard internazionale con la formula dell’all inclusive. Ma la grande scommessa è il Senegal, una destinazione facilmente raggiungibile da Sal con circa 20 minuti di volo”

 Francesco Martino, rappresentante in Italia di Destination Senegal, ha illustrato ad operatori e stampa le caratteristiche  di questa meta.

“Da nord al sud il Paese è un condensato ideale dell’Africa che  si sogna: non a caso la promozione poggia sui sei poli turistici che caratterizzano un’offerta tra le più varie per i mercati europei ed in particolare per quello italiano. Al momento possiamo contare su 28 tour operator italiani, da Eden Viaggi a Todra.  Dalla capitale Dakar al Lago Rosa, e ancora dall’Isola di Goree al Parco Nazionale di Saloum, sito Unesco, il Senegal rappresenta la proposta d’Africa tra le più complete e soprattutto, tra quelle a portata di budget di varie tipologie di viaggiatori. Di solito proponiamo  un viaggio di almeno 11 giorni, nel periodo  che va da novembre a giugno, con soste a Dakar ed al lago Rosa e abbinamento con altri poli turistici del paese, a partire da Casamance (la Camargue africana) e Touba la Città Sacra».

Il nostro obiettivo, ha spiegato  il deputy ceo Mario Chaves, "è arrivare a collegare quattro continenti: l'Europa, dove voliamo a Lisbona, Parigi, Roma e Milano, l'America, dove operiamo a Boston e poi Fortaleza, Recife e Salvador, e Dakar, in Senegal". Un hub in pieno Oceano Atlantico, quindi, per il vettore che entro la fine dell'anno conterà una flotta di cinque aeromobili e nuove destinazioni: Washington e Toronto sulla direttrice atlantica, Lagos e Ruanda in Africa.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]