Stampa questa pagina
Domenica, 27 Marzo 2022 11:27

Euroflora 2022 a Genova dal 23 aprile all’8 maggio. Piante, fiori e arte nei Parchi e nei Musei di Nervi

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Oltre gli 300 espositori, 90 i giardini e 10 le realizzazioni innovative in programma a per la XII edizione di Euroflora 2022, che si tiene quest’anno nella splendida cornice dei Parchi di Nervi, nel levante genovese

Gli oltre otto ettari di Parco Gropallo, Parco Serra e Parco Grimaldi dove già crescono alberi plurisecolari e vegetazione mediterranea diventeranno un unico splendido e multicolore spazio espositivo: qui si stanno già allestendo oltre 90 giardini, dal più grande di oltre 3000 metri quadrati che sarà una collettiva dei floricoltori della Regione Liguria, al più piccolo di soli 30 metri quadrati. Le aziende partecipanti saranno più di 300, all’interno di grandi collettive e con le partecipazioni di singole aziende, espressione delle eccellenze produttive del Paese, saranno presenti i Ministeri delle Politiche Agricole e Forestali e della Transizione Ecologica, l’Associazione Nazionale Vivaisti Esportatori e l’Associazione Florovivaisti Italiani, Comuni e Regioni e Federparchi tra i tanti in un’esplosione di fiori e natura che rappresenterà tutta l’Italia.

Molte le presenze straniere, ritornano i Paesi Bassi con un’ampia esposizione, ideata dagli stessi progettisti di Floriade dello studio Niek Roozen Landscape.  Ispirata alla Città Verde, un bouquet vivo di fiori colorati, disposti in cerchi attorno a un laghetto dove piante acquatiche, graminacee ornamentali, piante perenni e bulbi contornano l'acqua, sarà un invito a piantare più piante e fiori sul balcone, in giardino e nei quartieri per aiutare a migliorare la vita in città. Ritorno anche per il Principato di Monaco con i Jardins Exotique,, la seconda volta della Cina in rappresentanza di China Flower Expo, la Francia con le Floralies di Nantes, da quest’anno gemellate con Euroflora, e poi la Spagna con un giardino dedicato all’evento tradizionale della città di Murcia, l’Entierro de la Sardina, e gli Stati Uniti con la città di Columbus (Ohio).

“Questa edizione di Euroflora sarà una straordinaria vetrina per Genova e per la Liguria – ha detto il presidente della Regione Giovanni Toti - un grande orgoglio da presentare all’Italia e all’estero. Euroflora è la più grande manifestazione floreale europea che a febbraio ha ottenuto anche la qualifica internazionale e ora è ufficialmente inserita nel calendario mondiale degli eventi fieristici.

Euroflora, che costituisce una tradizione storica di Genova di grande importanza, è anche un pezzo del futuro che stiamo costruendo”

La sostenibilità, un impegno in divenire 

Ridotto uso della plastica, ottimizzazione della raccolta differenziata eliminazione totale di generatori, riutilizzo dei materiali di scarto delle manutenzioni dei parchi, come porzioni di tronco, foglie di palma e ramaglie: questi alcuni dei gesti concreti che saranno attuati a Euroflora 2022.

Fil rouge dell’intera manifestazione è l’acqua, 16 fontane saranno un elemento scenografico determinante che produrrà anche un piacevole sottofondo sonoro.  Gli zampilli raggiungeranno, nelle fontane più grandi, i sei metri di altezza e si combineranno con le suggestive visuali dei Parchi e del mare. 

Attese molte piante rare, alcune delle quali faranno il loro debutto proprio in occasione della manifestazione, come la “Rosa di Genova”, nata dalla collaborazione tra il Garden Club di Genova e Nirp International. Una rosa a cespuglio, con grandi fiori di colore bianco e rosso, colori simbolo della città di Genova e poi la nuova “Echeveria Serena”, la “Petunia Allegra” a doppio fiore dalle varianti bianco, viola, rosa, rosa salmone e bicolore.

Tra gli agrumi le notizie più intriganti arrivano dalla collettiva dei Vivai Cinelli, composta da cinque aziende toscane e sarde, e dalla collettiva della Regione Sicilia. Verrà presentato il Sa Pompìa, una varietà di limone endemica della Sardegna, in particolare della zona di Siniscola, uno tra gli agrumi più rari al mondo e riscoperto pochi anni fa; il fingerlime Microcitrus australasica, tipico della zona costiera orientale subtropicale australiana, coltivato con successo in Sicilia e comunemente chiamato in Italia “Limone Caviale” o “Caviale di agrumi” per via della sua polpa composta da tante vescicole sferiche, cariche di succo, che lo fanno somigliare al caviale.

Tra le curiosità botaniche in mostra le baby plant dei Vivai Milone di Lamezia Terme, all’interno della collettiva dell’Associazione Florovivaisti Italiani. Nate nei laboratori di micropropagazione sono piante in miniatura, spesso più piccole del frutto che saranno capaci di generare una volta diventate di normali dimensioni, e saranno esposte in piccoli vasetti o in provetta. 

E ancora “Il bosco dei boschi”, in giapponese Yose-ue, una collezione privata di “Boschi bonsai” con esclusivamente specie arboree italiane.

Una curiosità: l’Associazione Radioamatori Italiani di Genova presente a Euroflora con la postazione “II1Flor” che consentirà ai radiomatori di tutto il mondo di collegarsi per ricevere la cartolina di conferma del collegamento con le floralies genovesi.

Esperienze sensoriali

“L’armonia attraverso i sensi e le sensazioni” è l’esperienza proposta dalla collettiva della Regione Piemonte insieme a "Percezioni" allestimento dell'Istituto Agrario Bernardo Marsano di Genova. 

I visitatori saranno accolti dalla Valle Ligure in potranno ammirare le produzioni locali, in un gioco di getti di acqua e di colori. Lo spazio esterno riservato alla Liguria sarà articolato in quattro settori caratterizzati da diverse tipologie di colori, un percorso cromatico che andrà dallo stile “Calligrafo” caratterizzato da piante a sfondo di colori terracotta, allo stile “Antica Savona” a sfondo bianco azzurro, al “Decoro Boselli” a sfondo avorio e a quello “Futurista” con colori più forti e decisi.

La Regione Sardegna presenterà le opere del maestro Giuseppe Carta, grandi frutti scultorei, mentre da Campo Ligure arrivano tre statue lignee di grandi dimensioni.

Saranno ben 256 i concorsi, suddivisi in concorsi d’onore, estetici e tecnici. 

Con i primi, dedicati in particolare ai Paesi esteri e alle esposizioni collettive, vengono giudicate le presentazioni d’insieme. I concorsi estetici premiano la bellezza, l'originalità e l'artistica presentazione delle piante esposte; i concorsi tecnici sono finalizzati invece a premiare l'alta qualità, la robustezza e le novità di fioriture, arbusti e alberi in esposizione. Un concorso ad hoc valuta le presentazioni meglio conservate per tutta la durata della manifestazione. 

Micropaesaggi è il concorso riservato ai progettisti, per il quale una giuria di esperti ha selezionato dieci progetti, cinque under 30 e cinque over 30, esempi tangibili e innovativi che avranno un minimo comune denominatore, l’impiego di strutture lignee regolari da utilizzare per la realizzazione di soluzioni creative e sostenibili su superfici irregolari di 60 metri quadrati.

Il Mercato Verde, ovvero la zona destinata a stand commerciali dove i visitatori potranno acquistare piante e fiori, sarà collocato nella parte a monte di Parco Gropallo offrendo un’ultima vista panoramica ai visitatori in uscita.

Significativa la partecipazione di Florena Fermented Skincare brand della cosmesi naturale nato nel 2019 in Italia, che sarà presente con una veranda orangerie, a sintetizzare le due anime del brand, natura e scientificità: qui sarà possibile provare e acquistare i prodotti skincare con il supporto di una beauty specialist.

Radio ufficiale di Euroflora 2022 è Radio Monte Carlo; 

La ristorazione

Saranno 27 i punti ristoro allestiti all’interno dei Parchi, un percorso enogastronomico ligure, una piattaforma digitale di prenotazione e laboratori didattici e aperitivi solidali. Le migliori aziende del territorio fanno squadra,  per proporre un’offerta food più ampia, più digitale, più etica e sostenibile, un viaggio nelle specialità del territorio: dalla focaccia al formaggio del consorzio ai dolci tipici genovesi, dal ristorante stellato ai primi piatti liguri, dai fritti di mare alle torte salate, dai menu vegetariani a quelli gluten free. Società capofila dell’operazione Euroflora Food è Vedova Romanengo. Per la prima volta sarà utilizzata una piattaforma digitale di prenotazione, www.euroflorafood.it, realizzata in partnership con Nexi. Inoltre tutto l’invenduto sarà consegnato all’Associazione non profit Banco Alimentare della Liguria. 

Orari di apertura e biglietti

Euroflora sarà aperta al pubblico da sabato 23 aprile a domenica 8 maggio dalle 8.30 alle 19.

I biglietti possono essere acquistati, a data fissa, sul sito www.euroflora.genova.it. e in alcuni punti convenzionati. 

Dal 23 aprile all’8 maggio ogni persona che pernotta in un hotel in città per almeno 3 notti avrà in omaggio una card, valida 72 ore, che comprende un ingresso a Euroflora, un ingresso alla mostra di Monet a Palazzo Ducale, un ingresso nella Villa Pallavicini di Nervi e mezzi pubblici gratuiti per 48 ore dall’attivazione.

Paola Scarsi

Ultimi da Paola Scarsi