Venerdì, 03 Giugno 2022 06:01

Con calzino o senza, il mocassino da uomo è sempre sinonimo di stile

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Per chi non lo sapesse i mocassini da uomo, in origine erano delle ciabatte

Sì, la cosa può sembrare alquanto strana, ma quante cose la moda reinterpreta prendendole da ambiti totalmente diversi?

I mocassini, oggi, sono entrati nel guardaroba di uomini di età diverse, per esempio i giovanissimi li indossano con o senza calzini, contravvenendo alla regola generale che li vuole mai senza il calzino.Ovviamente, anche per i più modaioli, il calzino di spugna è out!

Nella scelta del mocassino sia in pelle lucida che in tessuto, ciò che conta è la qualità, la flessibilità e la comodità, che in una calzatura non è mai da sottovalutare. Oltre alle versioni più classiche di mocassini uomo, soprattutto con l’arrivo della bella stagione, si può osare con modelli in pelle colorata, da provare quelli della collezione, presenti sullo store on line, di Boggi Milano, qui c’è solo l’imbarazzo della scelta!

In origine il mocassino è la calzatura in pelle che gli indiani d’America della tribù degli Algonchini utilizzano per coprire il piede durante la camminata.Più tardi, nell’800, troviamo un prototipo del moderno mocassino tra le popolazioni scandinave: allevatori e mungitori norvegesi cominciano a produrre calzature assemblando pezzi di cuoio.

Nel 1930, negli Stati Uniti, l’azienda GH Bass produce i primi mocassini in chiave moderna con la caratteristica striscia di pelle a decorare la tomaia.Questo modello non riscuote subito il successo dovuto, è considerato più adatto all’uso domestico, che per l’entrata in società.Insomma, nei primi anni del novecento il mocassino è una ciabatta.

Fu l’attore Fred Astaire, grande appassionato di mocassini, ad indossarli per la prima volta fuori dalle mura di casa.L’attore usa i mocassini nelle scene di ballo del tip tap con Ginger Roger, accrescendo la popolarità del modello.

Il 1950 è l’anno che decreta la proclamazione del mocassino a calzatura alla moda.Gli universitari americani, sia uomini che donne, indossano il mocassino inserendo una moneta nella fibbia: è proprio dalle penny loafer che nasce il famoso Preppy look.

Siamo negli anni ’60 e una nota casa di moda italiana produce uno dei modelli di mocassino più iconico, ancora oggi alla ribalta del look di uomini d’affari di tutto il mondo.

Gli anni a seguire sono quelli del movimento hippie, della controcultura e il mocassino, simbolo della società tradizionale, continua a essere indossato solo da pochi affezionati.

Il vero e proprio revival c’è negli anni ’80, con Micheal Jackson, che "cammina sulla luna" con ai piedi un paio di mocassini in pelle.Sulle passerelle il mocassino stile dandy, quello senza stringhe, è sempre presente.Inoltre, sempre di più, nonostante la stagione consigliata sia la primavera, uomini d’affari e dello showbiz indossano il mocassino tutto l’anno.Boggi li propone in pelle liscia, bottalata o con i lacci, perfetti proprio per l’estate.

Oggi è parte integrante della scarpiera maschile, anche se, per evitare errori di stile, diciamo subito che c’è un mocassino per ogni occasione.Quello in pelle, per esempio, è perfetto per il lavoro; il modello lucido per le cerimonie formali e i mocassini morbidi per un outfit casual.

Ciò che conta è il look, sobrio, mai esagerato, anche quando al posto del pantalone lungo, si scelgono pantaloni con risvolto, di almeno tre centimetri, o addirittura shorts.

bianco.png