Visualizza articoli per tag: papa

Domenica, 10 Marzo 2013 09:30

Conclave, -2: oggi stop alle congregazioni

 CITTA' DEL VATICANO - Conclusa la settimana di lavoro dei cardinali in vista del Conclave.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Venerdì, 08 Marzo 2013 18:35

Conclave, si parte il 12 marzo

CITTA' DEL VATICANO - Conclave a partire dal prossimo 12 marzo.

Pubblicato in Italia
Etichettato sotto
Lunedì, 04 Marzo 2013 11:05

Vaticano, aperta Congregazione pre-Conclave

 CITTA' DEL VATICANO - Membri del Collegio cardinalizio, sia "elettori" che non, riuniti nell'Aula del Sinodo.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

 CITTA' DEL VATICANO - Il Papa ha emanato il Motu Proprio.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Lunedì, 18 Febbraio 2013 12:06

Vaticano. In attesa dell'ultimo Angelus. LE FOTO

CITTA' DEL VATICANO - Migliaia di fedeli attendono Papa Benedetto XVI, ancora dubbiosi sulle improvvise dimissioni. Domenica 25 febbraio, sarà l'ultima volta che Papa Ratzinger parlerà ai fedele prima di trasferirsi alla residenza di Castelgandolfo.

Pubblicato in Il racconto fotografico
Etichettato sotto
Domenica, 17 Febbraio 2013 13:54

Vaticano. Pensieri e visione del mondo a confronto

ROMA - L’inedito evento delle dimissioni del successore di Pietro merita, di per sé, tutta l’attenzione che l’opinione pubblica planetaria e il sistema dei media gli hanno dedicato e gli dedicano. Per tutte le molte e diverse ragioni che emergono nell’insieme dei commenti che è dato leggere e ascoltare.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

 CITTA' DEL VATICANO - Rinnegare l'orgoglio e l'egoismo per vivere nell'amore.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Giovedì, 14 Febbraio 2013 13:11

Ratzinger, gran guardiano dell'ortodossia cattolica

ROMA - Dio esiste? Adesso si. E' l'inizio di un brillantissimo racconto di fantascienza, scritto da Fredric Brown, nel lontanissimo 1954, in cui un computer risponde alla prima domanda di uno stupito programmatore.
Nella sua preveggenza, la fantascienza aveva indicato il punto di frequenza in cui il cristallo della cultura moderna si sarebbe frantumato: la relazione fra trascendenza e virtuale.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

 CITTA' DEL VATICANO – "Il volto della Chiesa", a volte, finisce per essere "deturpato" perché dilaniato dalle "divisioni" che imperversano "nel corpo ecclesiale". E' questo il duro attacco che Papa Ratzinger ha scagliato durante la messa delle Ceneri presieduta ieri pomeriggio nella Basilica di San Pietro. Benedetto XVI ha invitato poi i fedeli a "vivere la quaresima in una più intensa ed evidente comunione ecclesiale, superando individualismi e rivalità".

Penultima udienza generale nell'Aula Paolo VI

Applausi scroscianti per Benedetto XVI che ha tenuto ieri mattina la sua penultima udienza generale. Prima di lasciare il soglio pontificio. L'Aula Paolo VI in Vaticano era stracolma di persone. Ben 3500 fedeli commossi hanno tributato al Papa una vera e propria ovazione appena si è presentato intorno alle 10,40. Prima dell'udienza, dedicata al tema "Le tentazioni di Gesù e la conversione per il Regno dei cieli", Papa Ratzinger ha motivato la sua storica e coraggiosa rinuncia. "Ho sentito quasi fisicamente in questi giorni per me non facili l'amore che mi portate – ha detto -. Continuate a pregare per me, per la chiesa per il futuro Papa, il signore ci guiderà". Il Papa teologo ha affermato di aver rinunciato "in piena libertà per il bene della Chiesa, dopo aver pregato a lungo ed aver esaminato davanti a Dio la mia coscienza, ben consapevole della gravità di tale atto, ma altrettanto consapevole di non essere più in grado di svolgere il ministero petrino con quella forza che esso richiede". Anche in questa occasione, Ratzinger ha "catechizzato" i fedeli presenti. "Non si è cristiani per tradizione – ha esclamato -". Al contempo, il pontefice dimissionario, ha invitato tutti a fuggire dalle "tentazioni". Dall'infedeltà matrimoniale all'aborto, dall'eutanasia alla ricerca sugli embrioni. Confermati, nel frattempo, tutti gli impegni pubblici fino al prossimo 28 febbraio. Solo il rito dell'inizio della Quaresima si celebrerà in San Pietro invece che a Santa Sabina considerata la grande affluenza di gente prevista.

Parte il toto Papa

Intanto, all'indomani della decisione di Benedetto XVI di abdicare, impazza il toto-Papa. Nonostante il Conclave si terrà a metà marzo, c'è già una ben delineata rosa di "papabili". I bookmaker puntano soprattutto su scelte inedite e sorprendenti come quella di un "Papa nero". In quest'ottica, in pole sarebbero i cardinali africani Francis Arinze e Peter Turkson. Per quanto riguarda i cardinali italiani, salgono le quotazioni del cardinale Angelo Scola - una delle figure più vicine a Papa Ratzinger – mentre scendono quelle degli altri cardinali del Bel Paese. Lo scandalo Vatileaks, in questo senso, avrebbe un peso tutt'altro che marginale. Da non sottovalutare il fronte dei cardinali del continente americano. Su tutti,  il carismatico 'conservatore' newyorkese, Timothy Dolan, avrebbe buone possibilità per salire al soglio petrino. Mentre il canadese Marc Ouellet (prefetto della Congregazione dei Vescovi), l'argentino Leonardo Sandri (prefetto delle Chiese Orientali), il brasiliano Odilo Pedro Scherer (arcivescovo di Sao Paulo) e l'honduregno Oscar Rodriguez Maradiaga (arcivescovo di Tegucigalpa e presidente di Caritas Internationalis) potrebbero inserirsi come outsider. La chiesa asiatica dovrebbe, invece, puntare sul giovane cardinale di Manila, Luis Antonio Tagle, uomo dalle grandissime capacità comunicative

Temi scottanti sul tavolo del futuro pontefice

Tanti i temi 'scottanti' che il futuro pontefice si troverà ad affrontare: preti sposati, matrimoni gay, contraccezione, divorzio. Temi dinanzi ai quali il prossimo Papa non si potrà assolutamente sottrarre. Specie se si tiene in debita considerazione quel processo di rinnovamento che da qualche tempo percorre trasversalmente ogni angolo del pianeta Terra e coinvolge, di conseguenza, milioni di fedeli. I recenti sì ai matrimoni tra omosessuali arrivati dall'Assemblea nazionale francese e dal Parlamento inglese – giusto per citare qualche esempio – rendono chiara l'idea che la Chiesa è attesa una volta per tutte alla prova del confronto con i tempi moderni in un'ottica riformatrice. Il Washington Post, per restare in tema, ha titolato "Quanto sarà moderno il nuovo Papa", anticipando un'analisi alla quale presto sarà necessariamente chiamata anche la stampa italiana.

 

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

 CITTA' DEL VATICANO – Benedetto XVI lascia il pontificato. Una decisione epocale.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

bianco.png