Visualizza articoli per tag: scuola

ROMA - L’associazione 100autori guarda con preoccupazione al futuro del Centro Sperimentale di Cinematografia, per il quale si gioca in queste ore una partita decisiva, poiché il mandato alla presidenza del Professor Francesco Alberoni è in scadenza e il ministro della Cultura dovrà indicare il suo successore.

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

“ Gran chiacchiericcio nelle scuole e tentativi di far fallire la mobilitazione ma lo sciopero è in atto ed e' legalmente proclamato”.

ROMA- Oramai è chiaro l'indicazione deve essere stata data dal Ministero: le prove devono essere fatte!

A qualsiasi costo, anche con sotterfugi e bugie. Due dure giornate di sciopero quelle del 9 e 10 maggio e ieri l'ennesimo segnale del nervosismo dei Dirigenti che hanno addirittura fatto circolare la “notizia” di una presunta revoca dello sciopero nazionale in atto.

Ignoranza? D'altra parte che i Dirigenti  abbiano necessità di “un'operazione di educazione e comunicazione, [..]" attraverso "un mix di comunicazione istituzionale e comunicazione attraverso la rete e i social network" lo ha dichiarato lo stesso Ministro Profumo!

“Uno sciopero DEVE essere revocato con 5 giorni di anticipo. Uno scioperante NON può essere sostituito. Non si può obbligare nessuno a fare lo straordinario. E' suscettibile a sanzione qualsiasi azione unilaterale da parte “datoriale” che acuiscano i motivi dello sciopero. Non si può bloccare un  pubblico servizio convocando tutti gli insegnanti nello stesso orario e mandare a casa gli alunni anticipatamente per mancanza di personale. “L'utenza” va avvisata dello sciopero ed è compito dei Dirigenti farlo.

Il Ministro,” si domanda inoltre Barbara Battista - dell'Esecutivo Nazionale dell'USB Pubblico Impiego- “come “valuta” tali comportamenti dei Dirigenti che in un sol colpo violano autonomia scolastica, legge antisciopero (leggi che noi non abbiamo voluto) ma soprattutto lo Statuto dei Lavoratori e la Costituzione?”

“Questo è solo l'anticipo”- prosegue la dirigente- “di ciò che avverrà in modo sistematico nella scuola e in tutti i servizi pubblici: la BCE ordina e i nostri Ministri eseguono, in barba a qualsiasi diritto e libertà, anche di opinione!”

Non è un caso che a dirigere l'Istituto INVALSI ci siano un Direttore della Banca d'Italia, il dott. Paolo Sestito, e il dott. Giovanni Bocchieri noto già nel Miur ai tempi Gelmini, esponente della maggiore associazione padronale di intermediazione di manodopera.

Il Protocollo firmato da tutti i Sindacati Collaborazionisti e il Governo del 3 maggio rende chiaro il progetto di asservimento dei lavoratori pubblici nel ciclo: valutazione- chiusura delle scuole – licenziamenti.

USB è l'unico sindacato che si è opposto a quel Protocollo al tavolo dello scambio di favori.

Le mobilitazioni non si fermano:

il 16 MAGGIO dalle ore 12 l'USB ha organizzato un presidio davanti la sede dell'INVALSI -a Frascati- e consegnerà tutti gli atti delle scuole e dei docenti che li hanno contestati.

Il 18 MAGGIO dalle 9.30 al cinema Farnese a Roma. Assemblea Nazionale delle RSU e delegati PER ASSUMERE I DIRITTI e LICENZIARE IL GOVERNO.

Pubblicato in Scuola
Etichettato sotto

Sembra un brutto incubo, uno di quelli che fai quando hai mangiato troppo pesante a cena e ti svegli tutto sudato, avendo fatto un bruttissimo sogno. È quello che proviamo leggendo le notizie sui possibili tagli alla spesa pubblica, la cui cabina di regia, dopo lo studio di Piero Giarda, è stata affidata al migliore tagliatore di teste sulla piazza: Enrico Bondi, già risanatore della Parmalat ed autorevole sostenitore del «quando ci vuole ci vuole». E purtroppo non si tratta di un sogno.

Pubblicato in Fatti & Opinioni

bianco.png