Attenzione

JFolder: :files: Il percorso non è una cartella. Percorso: /var/www/vhosts/dazebaonews.it/httpdocs/images/museodellouvre

Avviso

There was a problem rendering your image gallery. Please make sure that the folder you are using in the Simple Image Gallery Pro plugin tags exists and contains valid image files. The plugin could not locate the folder: images/museodellouvre
Giovedì, 09 Aprile 2015 20:56

Quarant'anni oggi. Storia e storie di Giuseppe Casetti, istituzione libraia (e non solo) a Roma In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(7 Voti)

Che cosa è una libreria? 

La domanda sembra banale, ma se poi cammini per via della Reginella a Roma e vedi il Museo del Louvre, ti ricordi che il mondo è un posto senza confini e che per una volta pure un "semplice" negozio di libri non ha nulla di semplice. 

Libri antichi, prime edizioni, stampe vintage, foto d'epoca, arte contemporanea, oggetti rari e ritagli di giornali storici riempiono gli occhi in questa Wunderkammer, che è una  istituzione in città.

Ideatore e proprietario ne è Giuseppe Casetti che oggi, 9 aprile 2015, festeggia i suoi primi quarant'anni di attività. Ha cominciato ragazzino, frequentando un francese che gli ha aperto mente e cuore al mondo dei libri e alla vita, tale Francois (Fanfa') Vinciguerra. Dopo le scorribande adolescenziali tra i depositi di macero dei libri, dove recuperava volumi da vendere a peso, dopo viaggi per il mondo e con la visione dell'hippy che era, Casetti nel 1975 ha aperto la libreria "Le Clochard" e poi nel 1977, insieme a Paolo Missigoi, la "Maldoror", dove espose per la prima volta le sue fotografie una giovanissima Francesca Woodman. 

Incantato e ispirato dalla libreria "Shakespeare and Company" a Parigi, Casetti ha così cominciato, ventiquattreenne, la storia che poi, vent'anni fa, lo ha portato ad aprire il suo personale "Museo del Louvre" a Roma. Tra collezionisti e amatori che, con il loro sapere, riempiono invisibilmente un ambiente già carico di fogli, racconti, umori, parole e silenzi, cresce ogni giorno di esperienze e racconti  il rifugio del libraio/gallerista/editore che farebbe impazzire Severina, la ladra di libri, protagonista del romanzo di Rodrigo Rosa Rey e che di sicuro sarebbe piaciuto pure a Borges.

E allora buon quarantesimo anno, Giuseppe,  custode di un passato ancora tanto vivo e di un oggi capace di offrire stupore. 

Il Museo del Louvre

Via della Reginella 8,Roma

www.ilmuseodellouvre.com

{gallery}museodellouvre{/gallery}

Ultima modifica il Venerdì, 10 Aprile 2015 21:41
   Federica La Paglia

Critica, curatrice di arte contemporanea e consulente comunicazione

bianco.png