Mercoledì, 14 Agosto 2019 11:30

“The rider”: bellissimo e premiato a Cannes, storia vera tra uomo e cavallo

Scritto da

Il 29 agosto arriva nei cinema italiani “The rider – Il sogno di un cowboy” di Chloé Zhao. Il film ha vinto al festival di Cannes 2017 il premio più importante della sezione “Quinzaine des réalisateurs”, ovvero l’Art Cinema Award. Il lungometraggio è una storia vera che ha colpito la regista Chloé Zhao ed è stata da lei trasportata sullo schermo in modo poetico e commovente.

Scrittrice, regista e produttrice cinese trapiantata negli Stati Uniti, Chloé Zhao ha studiato Scienze Politiche al Mount Holyoke College e produzione cinematografica all’Università di New York. La Zhao ha girato il suo primo film in una riserva indiana e nel 2015 ha incontrato un giovane cowboy Lakota di nome Brady Jandreau. Brady, fantino e addestratore di cavalli selvaggi, non pronti per essere venduti, nel 2016 è entrato nel rodeo di Fargo per una difficile gara, sicuro dei precedenti successi. Quella volta, però, l’animale l’ha disarcionato, gli ha schiacciato la testa e procurato un’emorragia cerebrale che l’ha lasciato in coma per tre giorni. Ora vive con una placca di metallo in testa e soffre di problemi associati alla sua lesione cerebrale. 

Brady Jandreau in “The rider” ha interpreto se stesso e ci ha raccontato la sua drammatica avventura. Sublimi paesaggi, più spesso all'alba o al tramonto, inquadrano la vita di un ventenne che ama i cavalli ma deve abbandonarli, per reinventarsi l’esistenza dopo un incidente che ha precluso ciò che gli dava senso.  Bellissime le scene del rapporto di Brady con l’esemplare equino: Il fantino sembra capire ogni movimento dell’animale, quasi danzassero a ritmo telepatico, ciascuno cede il passo all’altro fino a che lentamente arriva la fiducia. L’effetto visivo è potente: rimane stregato dal cavallo anche chi non l’ha mai toccato, ne capisce la seduzione, la passione di padroneggiarlo. La sofferenza del protagonista che deve rinunciare a ciò che ama è la descrizione di un momento universale: quello in cui l’uomo prende coscienza del proprio limite.

Titolo originale: 

The Rider

Conosciuto anche come: 

 

Nazione: 

U.S.A.

Anno: 

2017

Genere: 

Drammatico

Durata: 

105'

Regia: 

Chloé Zhao

Sito ufficiale: 

 

 

Cast: 

Brady Jandreau, Mooney, Tim Jandreau, Lilly Jandreau, Leroy Pourier, Cat Clifford, Tanner Langdeau, James Calhoon, Lane Scott, Cameron Wright

Produzione: 

Caviar, Highwayman Films

Distribuzione: 

Wanted

Data di uscita: 

29 Agosto 2019 (cinema)

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Non è semplice farsi amare

Mi perdo in questo parlare di voci insolenti di me che sono il loro ultimo pensiero.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

L’Arte può salvare una vita? L’attivismo animalista nella pratica di Tiziana Per…

Abbiamo incontrato Tiziana Pers in occasione della mostra Caput Capitis II a cura di Pietro Gaglianò presso la aA29 Project Room a Caserta.

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Arriva da Cannes Tesnota (Closeness) del pluripreamiato Kantemir Balagov

E’ oggi sugli schermi italiani il film che a Cannes ha rivelato a Kantemir Balagov, Tesnota (Closeness.) Con uno stile molto personale fatto di silenzi e primi piani, Balagov in...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Sport

Serie A: il punto della situazione sul campionato 2018-2019

Facciamo una piccola considerazione sul campionato di serie A 2018-2019. All’inizio della stagione le famose griglie di partenza avevano molto fatto discutere, specialmente per via del fatto che il Napoli...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]