Giovedì, 29 Luglio 2021 10:23

Venezia 78. X Premio BookCiak, Azione! Zerocalcare Presidente di Giuria

Scritto da

Evento di pre-apertura delle Giornate degli Autori veneziane. Il 31 agosto al Lido

poi in tour per festival fino a Parigi, tornano le sezioni con le detenute di Rebibbia, Memory Ciak omaggio a Cecilia Mangini. RAI MOVIE media partner

 VENEZIA - Zerocalcare è il presidente di Giuria per la decima edizione di Bookciak, Azione!  evento di pre-apertura delle Giornate degli Autori, in collaborazione con SNGCI e Spi-CGIL. Il Premio, ideato e diretto da Gabriella Gallozzi, celebra l’intreccio tra cinema e letteratura attraverso i bookciak, corti realizzati da giovani filmmaker e ispirati a romanzi e graphic novel di produzione italiana. 
 
Anche quest’anno a fare da scenario alla premiazione che si svolgerà il 31 agosto al Lido di Venezia (nell’assoluto rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid) sarà l’Isola Edipo, realtà culturale nata nel segno dell’incontro tra arte, cinema e diritti, che prende il nome dal veliero “Edipo Re” ormeggiato al Lido durante la Mostra; una barca storica per i cinefili, che Pier Paolo Pasolini condivise con il pittore Giuseppe Zigania e dove soggiornò durante le riprese di Medea con Maria Callas.


 
I bookciak vincitori saranno proiettati la sera del 31 agosto alla presenza di Zerocalcare, dei giurati, degli scrittori e dei giovani concorrenti, per poi brindare e cenare insieme negli spazi all’aperto di Isola Edipo (via Falier 1, Riva Corinto) con i giornalisti accreditati alla Mostra e tutti gli amici di Bookciak, Azione!


 
La premiazione sarà anticipata dall’omaggio a Cecilia Mangini, grande amica di Bookciak, Azione!, con la proiezione del suo ultimo documentario in co-regia con Paolo Pisanelli. È Il mondo a scatti, poetico viaggio attraverso il nostro immaginario e toccante ritratto della signora del documentario recentemente scomparsa. La proiezione, anch’essa evento di pre-apertura delle Giornate degli Autori in collaborazione col premio, inaugurerà la nuova sala del Lido che sarà intitolata alla giovanissima documentarista precocemente scomparsa, Valentina Pedicini.


 
Dopo questa prima veneziana i bookciak premiati prenderanno il largo: andranno in tour in un prezioso circuito di festival (Premio Solinas, Festival Premio Emilio Lussu, Festa di Cinema del Reale, Le Giornate della Luce, Pesaro Film Festival, Cinema d’iDEA) per approdare poi a Parigi alla rassegna letteraria Festival Vo-Vf. Traduire le monde.
 
Con la X edizione il premio segna un traguardo importante. Sono stati anni di ricerca e sperimentazione, solidarietà ed inclusione, anni in cui Bookciak, Azione! ha:
-Portato alla ribalta e valorizzato il lavoro di molti nuovi giovani autori, filmmaker, scrittrici e scrittori - Svolto un lavoro appassionante di diffusione dell’editoria indipendente, attraverso la selezione dei titoli da proporre per i bookciak 
-Nel costruire percorsi speciali di collaborazione, è entrato anche nel carcere femminile di Rebibbia, e l’esperienza dei corti girati dalle detenute resta tra i momenti più emozionanti di questo progetto - Con la Spi-CGIL, LiberEtà Edizioni e Premio Zavattini ha lavorato, e continua a farlo, sul tema irrinunciabile della memoria
E in questo viaggio ha avuto compagni di strada straordinari, grandi nomi del nostro cinema come Ettore Scola, Ugo Gregoretti, Citto Maselli, che hanno tenuto a battesimo il Premio e a cui nel tempo si sono aggiunti anche Gabriele Salvatores, Daniele Vicari e ancora nomi determinanti del teatro (Ascanio Celestini) della letteratura (Lidia Ravera), dell’arte (Lorenzo Mattotti) e della musica (Mannarino). Affiancati dai nostri giurati permanenti Wilma Labate, Teresa Marchesi e Gianluca Arcopinto.
 
Arrivare fin qui è stata anche una questione di resistenza: non si poteva che sceglierla come filo rosso di questa X edizione, come tema che sintetizza lo spirito di questo progetto e in definitiva dei nostri tempi incerti. Spirito di cui Zerocalcare con le sue strisce è grande interprete, da La profezia dell’Armadillo a Rebibbia Quarantine; solo pochi mesi fa è stato nel nord dell’Iraq, tra la popolazione curda nel campo di Makhmour che non molla la sua lotta; un viaggio che ha appena raccontato con il reportage a fumetti Se cadono le montagne.


 Parlano a modo loro di resistenze anche i quattro libri selezionati per ispirare i bookciak. La resistenza dei nostri infiniti lockdown da Covid, raccontati attraverso quattordici storie al femminile immerse nel quotidiano (Penelope alle peste di Veronica Passeri, Castelvecchi Edizioni, 2020). Resistenza alla depressione di un giovane autore che in cento flash poetici ricompone con leggerezza il puzzle di una vita pesante, segnata dal disagio mentale (Pesci di vetro di Sergio Oricci, Gattomerlino Edizioni, 2020). La vera resistenza contro il fascismo dei giovani di Reggio Emilia rimasti sul selciato sotto gli spari della polizia quel tragico 7 luglio 1960 (Sangue del nostro sangue, graphic novel di Claudio Bolognini e Fabrizio “Bicio” Fabbri, Red Star Press, 2020). O ancora le battaglie per i diritti, piccole grandi conquiste e scoperte, resistenze anche queste, raccontate nel memoir di Vincenzo Mazzeo, Radici andata e ritorno (LiberEtà Edizioni, 2020) che è il romanzo della sezione speciale Memory Ciak, tradizionale appuntamento del premio con i temi del lavoro, della solidarietà e dell’inclusione sociale, realizzato in collaborazione con Spi-CGIL e il Premio Zavattini e la Fondazione Aamod, che offre l’opportunità di utilizzare gratuitamente il proprio materiale di repertorio ai filmmaker che partecipano alla sezione.
 
Bookciak, Azione! è prodotto dall’Associazione culturale CalipsoBookciak Magazine, col sostegno di MIC, MIAC- Museo Italiano dell’Audiovisivo e del Cinema, Cinecittà si Mostra, Spi-CGIL, LiberEtà Edizioni. In collaborazione con Giornate degli Autori, SNGCI, ANAC, Premio Zavattini, FICC, Più Libri più liberi, Nel Blu Studios. Col patrocinio di Biblioteche di RomaRAI Movie è media partner.

bianco.png