Lunedì, 09 Agosto 2021 09:16

Venezia 78. Ad Alberta Ferretti il Women In Cinema Award dell’Ente dello Spettacolo

Scritto da

VENEZIA - È la prima stilista a ricevere il Women In Cinema Award - premio nato da un’idea di Angela Prudenzi, Claudia Conte e Cristina Scognamillo -  scelta dall’Academy a dimostrazione del forte legame che unisce cinema e moda, una unione che nelle creazioni di Alberta Ferretti raggiunge la massima espressione.

Donna dalla straordinaria passione e determinazione, sin da bambina ha respirato moda ed eleganza nella sartoria materna pensando che un giorno sarebbe stata lei a forgiare quelle stoffe per trasformarle in abiti femminili di gran carattere per far “star bene le donne”. Nella sua prolifica carriera la Signora della moda ne ha vestite migliaia regalando loro un’allure straordinaria. Tra le innumerevoli celebrities che hanno indossato le creazioni di Alberta Ferretti si ricordano Sandra Bullock, Eva Longoria, Carolina Crescentini, Anna Foglietta, Amal Clooney, Cristiana Capotondi, Michelle Hunziker e la star cinese Fan Bingbing. Tutte donne di indiscutibile successo, ma soprattutto di forte personalità.

Alberta Ferretti incarna perfettamente gli ideali di Women in Cinema Award, che sin dalla sua nascita ha voluto sottolineare l’importanza delle donne, della loro creatività e del loro talento.

La cerimonia di premiazione, presentata da Claudia Conte, si terrà al Lido di Venezia il prossimo 7 settembre alle ore 18.00 presso lo Spazio Fondazione Ente dello Spettacolo.

Accanto ad Alberta Ferretti, saranno premiate alcune protagoniste del mondo cinema e della cultura nazionali e internazionali, i cui nomi saranno annunciati a breve.

I premi sono conferiti da un’Academy tutta al femminile composta dalle giornaliste di cinema Fulvia Caprara, Alessandra De Luca, Titta Fiore, Alessandra Magliaro, Antonella Nesi, Chiara Nicoletti, Cristiana Paternò, Angela Prudenzi, Barbara Righini, Marina Sanna, Stefania Ulivi.

Women in Cinema Award è stato assegnato lo scorso settembre a Venezia ai registi Francesca Comencini, Claudio Giovannesi e Christian Petzold; all'attrice francese Ludivine Sagnier, alla scrittrice Chiara Tagliaferri, alla presidente dei David di Donatello Piera Detassis e alla giornalista Antonella Nesi che è poi entrata a far parte dell’Academy WiCA. Mentre la seconda edizione, che si è svolta nello spazio Alice nella Città durante la Festa del Cinema di Roma, ha visto premiare Liliana Cavani, Paola Cortellesi, Riccardo Milani, Daniela Ciancio, Donatella Palermo e Claudio Masenza.

Partner culturale di WiCA è l’Italian Contemporary Film Festival di Toronto, che durante l’evento consegnerà ad Alice Filippi il premio alla migliore regia che le è stato attribuito per “Sul più bello” ma che, a causa della pandemia, la giovane regista non ha potuto ritirare di persona.

I premi di Woman in Cinema Award sono rappresentati da un’opera realizzata dal maestro orafo Michele Affidato, formata da una base in cristallo con bassorilievo in argento dipinto con smalti a fuoco.

Il logo di WiCA è stato ideato e realizzato da Giuseppe Cacace, alias Rueto.

Women in Cinema Award è realizzato e organizzato da Claudia Conte e Cristina Scognamillo, che ne cura anche la comunicazione.

WiCA ringrazia i partner: KPMG,  Accurate-Health and Learning; Istituto per il Credito Sportivo;  C.I.S.M.I.T; GEKO-Energia&Ambiente; Vincenzo Del Gaudio; Davide Maule; Marianna Merafina Designer; YUZEN; Antonino Cedro Couture; Giorgia Cicatello Couture.

Media Partner: celebreMagazine World – Monaco Woman – Rinascimento Magazine – Journal des Bijoux; Cinematografo.it; Cinecittanews.it; FRED Film Radio.

Women in Cinema Award – WiCA è un premio nato dallo slancio di un gruppo di giornaliste che già in altre occasione si sono trovate a lavorare assieme come giurate. L'intento è di valorizzare i talenti femminili del cinema nazionale e internazionale: attrici, registe, sceneggiatrici, autrici, produttrici e protagoniste del settore. Non è però un riconoscimento che guarda soltanto alle donne pur essendo a loro dedicato, perché è forte la volontà di rendere omaggio anche a quei cineasti che hanno dimostrato particolare attenzione alla figura femminile, mettendola al centro della propria narrazione o valorizzandola in ruoli chiave durante la realizzazione o produzione delle loro opere. 

Le premiate e i premiati sono scelti tra le eccellenze del cinema e delle arti a esso vicine, testimoni in grado di rappresentare le diverse culture e i differenti modi di raccontare storie e personaggi. Particolare attenzione è riservata anche alle personalità impegnate in attività legate al sociale.

bianco.png