Giovedì, 02 Settembre 2021 08:21

Venezia 78. “Pietro il Grande”, regia di Antonello Sarno

Scritto da

VENEZIA - Alla Mostra del Cinema di Venezia uno speciale omaggio per tutti gli amici del cinema italiano a uno dei personaggi più unici e inconfondibili di questa grande famiglia, Pietro Coccia. Un fotografo di cinema che ha fermato nel tempo volti, momenti, atmosfere che fanno parte della storia di tutti noi spettatori.

Pietro il Grande - SINOSSI

Pietro Coccia (1962-2018) è stato uno dei più talentuosi fotoreporter del cinema italiano durante una carriera durata oltre trent'anni. Pietro il grande è l'omaggio al professionista e all'amico ultratrentennale di tutti i grandi protagonisti del nostro cinema, una carriera ricostruita in circa 400 scatti accompagnati da 8 grandi colonne sonore. Per ricreare – nello spazio di un breve film che abbraccia un artista e un uomo grande – la magia che più di ogni altra è quella propria di una fotografia che riesce a fermare l’incanto del cinema. Come Pietro sapeva fare.

Nota breve di Antonello Sarno

‘Quando Pietro è scomparso, all'improvviso, da solo, a casa sua, appena rientrato da Cannes 2018, ho pensato immediatamente di rendergli un omaggio approfittando del mio know-how di documentarista sul cinema. Essendo scomparso all'improvviso, come fossimo all'inizio di un mistery purtroppo reale, Pietro ha lasciato una quantità enorme di fotografie, stampe, diapositive, scatti digitali, computer densi di immagini ma senza password. L'amicizia con Pietro, che risale ai banchi di scuola, al Giulio Cesare di Roma, imponeva di affrontare la sfida: guardare decine di migliaia di foto per sceglierne le poche centinaia che sarebbero entrate nel documentario. Per questo ringrazio suo fratello Benedetto e Tiziana Rocca che con pazienza mi hanno accompagnato in questo lavoro’.

bianco.png