Giovedì, 17 Ottobre 2019 11:39

Tokyo. Conferito il Praemium Imperiale ai vincitori del 2019. La lettera del Papa agli artisti

Scritto da
©The Japan Art Association/The Sankei Shimbun ©The Japan Art Association/The Sankei Shimbun

Papa Francesco: “Con la loro opera gli artisti danno espressione ai valori umani universali che uniscono i diversi popoli”

TOKYO –  Nella cornice dello straordinario complesso architettonico del Meiji Kinenkan di Tokyo si è svolta oggi la cerimonia per la consegna del Praemium Imperiale ai vincitori dell’edizione 2019: il sudafricano William Kentridge per la pittura, la palestinese britannica Mona Hatoum per la scultura, gli statunitensi Tod Williams e Billie Tsien per l’architettura, la tedesca Anne-Sophie Mutter per la musica e il giapponese Bando Tamasaburo per il teatro/cinema.

Alla presenza del Principe Hitachi, Patrono onorario della Japan Art Association e zio dell’Imperatore Naruhito, gli artisti premiati hanno ricevuto un diploma, la medaglia commemorativa e il premio di 15 milioni di yen (circa 122.000 euro). 

Durante la cerimonia è stata data lettura di una lettera al Presidente della Japan Art Association, Hisashi Hieda, in cui Papa Francesco afferma che la premiazione gli offre la possibilità di unirsi a tutti coloro che sono riuniti a Tokyo per questo importante evento culturale “nell’onorare quegli artisti che, utilizzando il potere nascosto di suoni, parole, colori e forme, ci aiutano a riconoscere la bellezza che c'è nel mondo e ci indirizzano verso i valori trascendenti”. “Confido – aggiunge il Pontefice – che questa celebrazione incoraggerà tutti gli artisti a rinnovare il loro impegno per la ricerca dell'eccellenza e a dare espressione a quei valori umani universali che uniscono i diversi popoli che compongono la nostra famiglia umana”.

Oltre al Presidente della Japan Art Association, erano presenti i Consiglieri internazionali - che presiedono i Comitati di nomina delle candidature - Lamberto Dini per l’Italia, Christopher Patten per la Gran Bretagna, Jean-Pierre Raffarin per la Francia e Klaus-Dieter Lehmann per la Germania. Caroline Kennedy, Consigliere per gli Stati Uniti, non potendo essere presente ha inviato un videomessaggio.

È stato anche proiettato un videomessaggio del Primo Ministro giapponese Shinzo Abe. L’ex-Presidente del Consiglio Lamberto Dini ha sottolineato come i vincitori di questo prestigioso premio, dei quali ha brevemente ricordato il profilo artistico e le principali opere, siano artisti di talento che nella loro carriera hanno ricevuto riconoscimenti e consensi mondiali per la loro creatività ed espressione artistica, per le performance eccezionali e la bellezza delle loro realizzazioni. “La loro genialità – ha osservato Dini – è spesso collegata al loro impegno personale per costruire un rapporto morale con la società, lavorando per un mondo migliore”.

http://www.praemiumimperiale.org

FOTO: ©The Japan Art Association/The Sankei Shimbun