Venerdì, 18 Settembre 2020 15:06

Palazzo Merulana. “Vittorio Storaro: Scrivere con la Luce”, in mostra i segreti della doppia impressione foto-grafica

Scritto da

ROMA – Il già tre volte Premio Oscar per la migliore fotografia, cinque volte laureato honoris causa e vincitore del Nastro d'Oro nella 74esima edizione dei Nastri, Vittorio Storaro torna a Roma, a Palazzo Merulana, da venerdì 18 settembre a domenica 1 novembre 2020 con la mostra Vittorio Storaro: Scrivere con la Luce”, nella quale è fotografo narratore per immagini fisse in movimento.

Per chiarire: ”La tecnica della doppia - impressione, con più di un’immagine sovrapposta l’una all’altra –ha detto Vittorio Storaro in conferenza stampa - rispecchia il tentativo di narrare attraverso la “fissa” FOTO-GRAFIA una storia in “movimento”, cinematografica, convertendo così un concetto narrativo in un concetto visivo”.

Vittorio Storaro: Scrivere con la Luce” è realizzata e promossa da Storaro Art, con il patrocinio della Festa del Cinema. Nell’occasione, tra gli altri, non poteva mancare Laura Delli Colli, la Presidente del grande evento cinematografico romano. L’esposizione di Storaro s’intreccia con le opere della Collezione Cerasi di Palazzo Merulana, donate più di due anni fa alla fruizione pubblica con l’apertura del Palazzo per volontà del suo illuminato fondatore Claudio Cerasi, recentemente scomparso, e di sua moglie Elena.

Vittorio Storaro descrive il suo progetto culturale specificando che“Foto-grafare” (dal greco phos - luce e graphé - grafia) è “Scrivere con la Luce”. Quello che accade con questa esposizione è una straordinaria opportunità di dialogo tra diverse epoche. La fotografia – ha chiarito il maestro - è espressione in una singola immagine, come la pittura; la cinematografia è invece un’espressione in immagini multiple. Questa, quindi, non è solo una mostra fotografica ma in realtà un’esposizione di varie forme di arte: la scrittura, perché tutto parte da una storia; la fotografia pura; la cinematografia”. Si tratta di una selezione di più di settanta immagini realizzate con la tecnica della doppia- impressione (che Storaro ha onestamente confessato di aver scoperto per caso) tratte dai suoi lavori più celebri e poste a confronto con riproduzioni di opere d’arte che sono state sua fonte d’ispirazione. Settanta “cavalletti luminosi”, tra cinquanta cine-fotografie originali e venti copie su tela dei dipinti che hanno ispirato la sua attività d’indagine e di studio nel rapporto tra la Cinematografia e le altre arti.

 Tecnica e narrativa sono gli elementi dello stile di Storaro, che viaggiano dalla mobilità cinematografica alla fissità dell’istantanea, con la padronanza di un autore della fotografia cinematografica che ha basato la sua carriera su una costante attenzione alla composizione dell’immagine e al valore espressivo della Luce, dei Colori e degli Elementi. Luce, Colori ed Elementi sono i titoli delle tre sezioni della mostra, Vittorio Storaro ripercorre i grandi artisti che hanno ispirato la sua ricerca Caravaggio, Bacon, Rousseau, Carpaccio, Magritte, Dejneka e Botticelli, evidenziando quell’equilibrio tra Luce, Colori ed Elementi ricercato e ricreato da lui fin dagli esordi della sua carriera. “In modo esemplare nella Vocazione di San Matteo di Caravaggio – ha detto Vittorio Storaro -  ho sentito una folgorazione così potente, da permeare ed indirizzare l’intera mia carriera creativa”

EVENTI SPECIALI

Palazzo Merulana, che si conferma anche in questa occasione centro produzione culturale e di confronto, profondamente attento al cinema contemporaneo, ospiterà nel periodo della mostra anche alcuni eventi speciali:

venerdì 9 ottobre Antonio Monda incontrerà il Maestro Storaro nell’ambito del Festival internazionale Le Conversazioni, che anche quest’anno farà tappa a Palazzo Merulana. Fondato nel 2006 dallo stesso Monda e Davide Azzolini, il Festival era in origine e dedicato esclusivamente alla letteratura. Successivamente i campi di interesse e riflessione si sono estesi anche ad altre discipline, come il Cinema;

sabato 10 ottobre “Omaggio a Vittorio Storaro, Oscar della Luce”: l’artista Marco Tamburro presenterà e omaggerà il Maestro Storaro con una sua opera pittorica inedita, che rappresenterà con ironia e descrizione il mondo della fotografia.

Inoltre dal 21 al 23 ottobre la mostra farà da cornice ai “Duel”, ciclo di appuntamenti della Festa del Cinema di Roma (15-25 ottobre all’Auditorium Parco della Musica a Roma) inaugurato nell’edizione 2019. Due personalità del mondo artistico, della cultura e dello spettacolo si “sfideranno” davanti al pubblico, confrontando opinioni divergenti su temi legati al cinema, ai suoi protagonisti, alle sue storie.

Vademecum

ROMA – Palazzo Merulana – Via Merulana 121

“Vittorio Storaro: Scrivere con la Luce”

da venerdì 18 settembre a domenica 1 novembre 

Modalità di  partecipazione

Intero € 10,00
Ridotto € 8,00 (Giovani under 26, adulti over 65, insegnanti in attività, possessori di Cartax2, possessori Lazio Youth card)
Scuole € 6.00 (per studente). Prenotazione obbligatoria turno ingresso scuole € 20.00
Gruppi € 8.00 a persona (min 8, max 20 persone) Prenotazione obbligatoria turno ingresso gruppi € 30.00
Gratuito (bambini under 7, un insegnante ogni 10 studenti, un accompagnatore ogni 10 persone, disabile con accompagnatore, possessori Palazzo Merulana Pass e Palazzo Merulana Pass Young, membri ICOM, guide turistiche con patentino)

Visite guidate gruppi: su prenotazione: €100.00 (collezione +mostra) max 20 pax
Visite guidate scuole: su prenotazione: €80.00 (collezione +mostra) max 1 gruppo classe
I  gruppi e le scuole dovranno necessariamente prepagare turno e biglietti chiamando al 
0639967800 o  scrivendo ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
online

Il biglietto di ingresso consente l’accesso alla Collezione Cerasi, rinnovata nel suo allestimento e integrata di nuove opere inedite, e alla mostra “Vittorio Storaro. Scrivere con la luce”

Diritti di prenotazione 2.00 €

Info
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Cerca nel sito

Poesia

L'autunno del cuore

Veloce muta il tempo  giornate di pioggia foriere di freddo si avvicinano. 

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

DPCM. Lettera aperta di Viviana Toniolo, attrice e direttrice dello storico teat…

DPCM. Lettera aperta di Viviana Toniolo, attrice e direttrice dello storico teatro Vittoria di Roma

Il patatrac è fatto! Il dissenso per la decisione di chiudere cinema e teatri è stato espresso, in questi giorni, da tante voci della cultura di grande risonanza e da...

Viviana Toniolo, Direttrice Artistica del Teatro Vittoria - avatar Viviana Toniolo, Direttrice Artistica del Teatro Vittoria

Ricerca. Individuati nuovi meccanismi molecolari implicati nel danno renale

Ricerca. Individuati nuovi meccanismi molecolari implicati nel danno renale

Grazie alle competenze dei ricercatori, e soprattutto alla multidisciplinarietà del gruppo di ricerca diretto dal Nefrologo, Dr Renzo Bonofiglio, in questi anni presso il Centro di Ricerca, collocato all’interno della...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Sport

L'Inter di Conte può ritornare a vincere: i motivi per crederci

L'Inter di Conte può ritornare a vincere: i motivi per crederci

È stata una delle grandi protagoniste della scorsa stagione, arrivando ad un solo punto dalla Juventus e sfiorando la vittoria dell’Europa League, persa in finale contro il Siviglia.

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]