Mercoledì, 21 Giugno 2017 08:46

Giovedì 22 giugno inaugura a Roma il Primo Festival del Cinema Azerbaigiano, Casa del Cinema a Villa Borghese

Scritto da

Il conto alla rovescia e' iniziato per gli amanti del cinema

Dal 22 al 24 giugno si svolgerà a Roma la I Edizione del Festival del Cinema Azerbaigiano. La storia del Cinema in Azerbaigian nasce nel 1898, con una serie di documentari sulla storia dell'industria petrolifera di Baku. Una vera industria cinematografica vede luce nel 1915, con la produzione di un primo lungometraggio. Nel 1923 nasce l'Ente Foto e Cinema dell'Azerbaigian. Durante l'epoca sovietica si è vissuto uno sviluppo notevole del settore, soprattutto tra gli anni '50 e '80, con titoli rimasti nel patrimonio cinematografico del paese. Dopo la riconquista dell'indipendenza, nel 1991, la stessa industria cinematografica ha rispecchiato la nuova realtà dell'Azerbaigian, con un cinema sempre più partecipe del contesto internazionale.

Oggi l'industria cinematografica vive un importante periodo di consolidamento.

Il Primo Festival del Cinema Azerbaigiano presenterà al pubblico 7 lungometraggi e 2 documentari.

Il Festival inaugura il 22 giugno alle ore 21,00, con il Film "Ali e Nino", basato sull'omonimo romanzo, caposaldo della letteratura azerbaigiana, dello scrittore azerbaigiano Essad Bey, sepolto proprio in Italia, a Positano.

Il film, che vanta un cast internazionale tra cui l'attore italiano Riccardo Scamarcio, è stato diretto dal premio Oscar Asif Kapadia, con sceneggiatura di Christopher Hampton e produzione esecutiva di Leyla Aliyeva, Vice Presidente della Fondazione Heydar Aliyev.

Il 23 e 24 giugno saranno presentate le altre 8 opere, con temi che spaziano dalla storia alla realtà contemporanea dell'Azerbaigian.

Tutte le proiezioni saranno sottotitolate in italiano.

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

IMG_4883.jpg

Poesia

Il ritorno dell'esule

Quelle terre così lontane al di là del mare. Quel suolo natio dove l’anima mia vola come l’ape di fiore in fiore. Lasciai macerie, una guerra dei sassi un canto selvaggio. Terra scossa inchiodata da un coperchio di...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Resilienza

Non siamo come ci vogliono gli altri  siamo noi, con le nostre storie di fatica per la vita che ci strappiamo a denti stretti

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Notre Dame de Paris: le reliquie salvate

Una scintilla, forse solo una stupida scintilla, si accende all’interno dei uno dei più conosciuti templi del cristianesimo, Notre Dame de Paris. Una scintilla che presto diventa una fiamma che...

Nicoletta De Matthaeis - avatar Nicoletta De Matthaeis

“Sodoma” di Frédéric Martel. Inchiesta sull’omosessualità in Vaticano. Recension…

Nessuna inchiesta ha suscitato tanto scalpore, negli ultimi anni, quanto quella condotta dal giornalista e sociologo francese Frédéric Martel, edita in Italia da Feltrinelli e che porta il titolo della...

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]