Mercoledì, 21 Giugno 2017 08:46

Giovedì 22 giugno inaugura a Roma il Primo Festival del Cinema Azerbaigiano, Casa del Cinema a Villa Borghese

Scritto da

Il conto alla rovescia e' iniziato per gli amanti del cinema

Dal 22 al 24 giugno si svolgerà a Roma la I Edizione del Festival del Cinema Azerbaigiano. La storia del Cinema in Azerbaigian nasce nel 1898, con una serie di documentari sulla storia dell'industria petrolifera di Baku. Una vera industria cinematografica vede luce nel 1915, con la produzione di un primo lungometraggio. Nel 1923 nasce l'Ente Foto e Cinema dell'Azerbaigian. Durante l'epoca sovietica si è vissuto uno sviluppo notevole del settore, soprattutto tra gli anni '50 e '80, con titoli rimasti nel patrimonio cinematografico del paese. Dopo la riconquista dell'indipendenza, nel 1991, la stessa industria cinematografica ha rispecchiato la nuova realtà dell'Azerbaigian, con un cinema sempre più partecipe del contesto internazionale.

Oggi l'industria cinematografica vive un importante periodo di consolidamento.

Il Primo Festival del Cinema Azerbaigiano presenterà al pubblico 7 lungometraggi e 2 documentari.

Il Festival inaugura il 22 giugno alle ore 21,00, con il Film "Ali e Nino", basato sull'omonimo romanzo, caposaldo della letteratura azerbaigiana, dello scrittore azerbaigiano Essad Bey, sepolto proprio in Italia, a Positano.

Il film, che vanta un cast internazionale tra cui l'attore italiano Riccardo Scamarcio, è stato diretto dal premio Oscar Asif Kapadia, con sceneggiatura di Christopher Hampton e produzione esecutiva di Leyla Aliyeva, Vice Presidente della Fondazione Heydar Aliyev.

Il 23 e 24 giugno saranno presentate le altre 8 opere, con temi che spaziano dalla storia alla realtà contemporanea dell'Azerbaigian.

Tutte le proiezioni saranno sottotitolate in italiano.

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

IMG_4883.jpg

Poesia

Assolo

Amo quelli che non rinunciano ai propri sogni. Quelli che si rialzano sempre, anche quando si sentono a terra.

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Amos Oz. In memoria

Esiste un luogo della parola che ha a che fare con la profezia: quel potere onirico che la scrittura sprigiona quando diviene impronta della storia e, al tempo stesso, visione...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Rizzoli. “Le mie risposte alle grandi domande” di Stephen Hawking. Recensione

“Le mie risposte alle grandi domande” di Stephen Hawking edito da Rizzoli (pagg. 199 euro 17,00) e uscito pochi mesi dopo la sua morte, avvenuta il 14 marzo scorso, con...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077