Lunedì, 20 Settembre 2021 08:35

“Drive my car”, premiato a Cannes sui nostri schermi a partire dal 23 settembre

Scritto da

“Drive my car” racconta di Kafuku (Hidetoshi Nishijima) , attore e regista teatrale, sposato con una donna molto bella e creativa che lo tradisce.

Quando lei muore non riesce a superare la sua perdita. Andato a Hiroshima per un festival di teatro accetta di dirigere Zio Vanja e, in quella città, a Kafuku viene assegnata come autista Misaki, una ragazza molto silenziosa. Tuttavia di viaggio in viaggio Kafuku e Misaki lasceranno affiorare segreti e confidenze che mai avevano fatto prima …

Ispirato a un racconto breve di Murakami, diretto da Hamaguchi  Ryusuke, “Drive my car” ha vinto il premio per la miglior sceneggiatura, scritta dal regista con Takamasa Oe, al Festival di Cannes del 2021. Il film è nei fatti una lunga dissertazione sul potere del linguaggio, la forza della rappresentazione, i nodi dell’amore, il dolore della perdita, della colpa, la necessità di guardare al futuro.

Hamaguchi  Ryusuke , nato nel 1978 a Kanagawa, si è laureato all’Università di Tokyo e ha studiato regia alla Tokyo University of the Arts. La  sua vera svolta nel mondo del cinema è avvenuta con Happy Hour (2015), un film della durata di oltre cinque ore che ha fatto incetta di premi. Chi non teme la prolissità apprezzerà anche le tre ore di “Drive my car”, che scorrono con immagini d’una finezza tutta giapponese, silenzi pieni di pathos, ambientazioni suggestive, dialoghi profondi con qualche sconfinamento nel letterario.

Sulla scelta di girare a Hiroshima, una città che dà al film un segno distintivo, forse involontario, Hamaguchi  Ryusuke dice: “C’è stata la crisi del Covid e girare all’estero era impossibile. Dovevo farmi venire in mente un altro luogo e Hiroshima è stata una città davvero amichevole e disponibile in tutta la lavorazione, inoltre era una località ideale. Con tutte queste domande che mi vengono fatte mi rendo conto di quanto Hiroshima sia un nome pesante, ma penso che alla fine ci sia una somiglianza tra questa storia e Hiroshima. Ci chiediamo quanto siamo vittime ma anche responsabili del dolore e delle lotte che ci sono state. Il Giappone ha invaso alcuni paesi e quindi era responsabile, ma Hiroshima, la città, era solo una vittima di quella tragedia. Quindi c’è questo equilibrio, questo dubbio tra l’essere vittima e l’essere esecutore e tutto questo si aggancia alla trama”.

Data di uscita:23 settembre 2021

Genere:Drammatico

Anno:2021

Regia:Ryûsuke Hamaguchi

Attori:Hidetoshi Nishijima, Toko Miura, Reika Kirishima, Yoo-rim Park, Dae-Young Jin, Satoko Abe, Masaki Okada, Perry Dizon, Ann Fite

Paese:Giappone

Durata:179 min

Distribuzione:Tucker Film

Sceneggiatura:Ryûsuke Hamaguchi, Takamasa Oe

Fotografia:Hidetoshi Shinomiya

Montaggio:Azusa Yamazaki

Musiche:Eiko Ishibashi

Produzione:Bitters End, C&I Entertainment, Culture Entertainment, Drive My Car Production Committee

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

bianco.png