Sabato, 25 Settembre 2021 11:16

“Corti in cortile”: il successo dell’edizione XIII. I vincitori

Scritto da

CATANIA - Il Palazzo della cultura di Catania ha ospitato, come ogni anno, una delle manifestazioni più apprezzate sugli SMART film del panorama dei corti italiano (e non solo): “Corti in cortile”, il cinema in breve, festival internazionale di cortometraggio.

Giunto alla sua tredicesima edizione (compiutasi dal 14 al 19 settembre), inserito nella rassegna Catania Summer Fest 2021, il festival (che si svolge con l’orchestrazione dell’Associazione Visione Arte e in cooperazione con il Comune di Catania) si giova dell’abile direzione artistica di Davide Catalano, che ogni anno sa aggiungere succose novità per il folto pubblico catanese, come nel caso del concorso appena concluso “Teatro corto, in cortile”.

La conduzione degli eventi serali è stata gestita con bravura dalla giornalista Simona Pulvirenti, che si è pregiata di ospiti importanti nell’ambito del cinema, dello spettacolo, della letteratura e della stampa.  Con una giuria tecnica composta dal presidente, il regista e sceneggiatore Daniele Ciprì e dalle attrici Ester Pantano, Sara Baccarini e Liliana Fiorelli; dai produttori, Carla Finelli (Settembre produzioni srl), Silvio Maselli (Fidelio), Claudio Falconi (Wildside) e Angelo Bassi (Mediterranea productions); dal violinista, compositore e cantautore Vincenzo Di Silvestro; dal distributore cinematografico Massimo Righetti. Dall’attore, sceneggiatore e regista Massimiliano Bruno, che ha così commentato la manifestazione: <<La qualità generale dei corti in gara è altissima. Pur non essendo la forma più facile di fruizione per arrivare all’emozione; allo stesso tempo è foriera di tantissime idee. È bello, inoltre, vedere come la selezione di questo Festival abbracci ogni parte del mondo>>.

Tra i momenti più attesi, una novità della kermesse, il PITCH LAB, evento voluto e gestito da Davide Catalano e dalla director Marcella Mitaritonna, incentrato sulla presentazione di progetti originali e non pubblicati di giovani autori che si sono confrontati con produttori dell’audiovisivo e dell’editoria, disponibili a valorizzare i loro sforzi. Significativi anche il segmento (affidato a Beppe Manno, direttore della Rassegna itinerante del cinema d'autore e documentari) che ha omaggiato il compianto critico cinematografico e storico Sebastiano Gesù, con una proiezione di cortometraggi siciliani. Il segmento costituito da una serie d’incontri dal titolo “Immaginario e non immaginario “ di Davide Bennato; il segmento sul cineturismo (a cura di Elena Granata del comune di Catania) e sul giornalismo di Ivan Scinardo, solo per citarne alcuni.

Una programmazione da non perdere nella sua interezza, capace di far risaltare il cinema breve in tutta la sua bellezza e complessità. Anche quest’anno voluta dal sindaco di Catania Salvo Pogliese e dall’assessore alla Cultura, Barbara Mirabella la quale ha affermato: << La gente ha fame di cultura, ma soprattutto di eventi ben fatti. Il successo di Corti in non è per nulla scontato, ma è il frutto del grande lavoro svolto da Davide Catalano e dal suo team in questi anni. Il teatro, il cinema e la musica sono temi cari alla nostra amministrazione che, non a caso, ha deciso di destinare tutto il ricavato della tassa di soggiorno di quest’estate al mondo dell’arte>>.

 La serata finale ha eletto i vincitori di una kermesse che si proietta già alla prossima edizione, con altre novità pronte ad accogliere il pubblico.

ELENCO VINCITORI CORTOMETRAGGI

Miglior Corto 2021: “Eggshell” del regista irlandese Ryan William Harris << perché, fra tutte le opere viste, è quella che più è riuscita a condensare nella scomoda forma del corto l’essenza del linguaggio cinematografico crudo, magico e sorprendente di un racconto compiuto e straordinariamente efficace >>.

Altri premi assegnati tra i ventidue cortometraggi in concorso:

  • Miglior Fotografia: “Le mosche” di Edgardo Pistone
  • Miglior sceneggiatura: “Intolerance” di Giacomelli e Lorenzo Giovenga
  • Miglior colonna sonora: corto d’animazione “Broken Roots” di Asim Tareq e Sarah Elzayat
  • Miglior attrice: Maxime Roy, protagonista del corto americano “Wichita”
  • Premio della giuria popolare :il regista Valerio Gnesini con il suo “Uno dopo l’altro”

ELENCO VINCITORI  TEATRO CORTO, IN CORTILE

  • Miglior Opera: “Esemplari”, di e con Giorgia Coco, Francesca De Nicolais e Tino Calabrò
  • Miglior Attrice :Emanuela Trovato, protagonista di “Io sono Chiara” - di Francesco Randazzo, regia di Giovanni Carta
Gianmaria Tesei

Attore, giornalista

www.dazebaonews.it

bianco.png