1111.jpg

 

Lunedì, 12 Luglio 2021 08:38

Cannes 74. “Tre piani” di Nanni Moretti, i dolori di un moderno microcosmo

Scritto da

CANNES – Situazioni familiari, che dietro l’apparenza  d’invidiabile sicurezza, sono affettivamente tossiche, da una parte padri assenti e incapaci di amare, dall’altra figli che li ripagano con la stessa moneta.

Di questo racconta “Tre piani”, film con il quale Nanni Moretti è in concorso a Cannes 2021, tratto dal romanzo  omonimo di Eskhol Nevo, edito nel 2015 da Neri Pozza. Per la prima volta, Moretti si trova a dirigere un lungometraggio che non si basa su un suo personale soggetto. Nevo, voce di spicco della letteratura israeliana, ha ambientato la sua storia a Tel Aviv, Moretti sposta l’azione a Roma mondando i personaggi delle caratteristiche culturali israelite e trattenendo ciò che di universale esprimono. Il microcosmo nel quale agiscono i personaggi è il termometro di un clima più esteso, dove l’assenza di relazioni equilibrate porta a una solitudine che va oltre “il metro di distanza”. Non a caso Moretti a Cannes ha dichiarato che la pandemia ha smascherato una bugia: è falso che si possa fare a meno di sentirsi comunità.

Protagonisti gli inquilini di un palazzo signorile della capitale italiana, ordinato e all’apparenza tranquillo, popolato da nuclei benestanti che si conoscono e frequentano.  Al primo piano abitano Lucio (Riccardo Scamarcio) e Sara (Elena Lietti) con la loro piccola di sette anni,  che spesso affidano a una coppia di anziani dirimpettai (Anna Bonaiuto e Paolo Graziosi), i quali la amano come fosse una propria nipotina. Una sera il vecchio, uscito insieme alla bambina, scompare. Quando finalmente i due vengono ritrovati, il timore che il vicino di casa possa aver molestato sua figlia, in Lucio diventa un’ossessione.  Al secondo vivono Monica (Alba Rohrwacher), che è in attesa del primo bambino, e suo marito Giorgio (Adriano Giannini) che trascorre lunghi periodi all’estero per lavoro. Monica soffre di  solitudine e teme di finire come sua madre in una clinica neuropsichiatrica. Al terzo ci sono Vittorio (Nanni Moretti) e Dora (Margherita Buy), marito e moglie, entrambi magistrati. Hanno un figlio di vent’anni (Alessandro Sperduti) che una notte torna in macchina ubriaco e investe una donna, che morirà. 

Data di uscita:23 settembre 2021

Genere:Drammatico

Anno:2021

Regia:Nanni Moretti

Attori:Margherita BuyNanni MorettiAlessandro SperdutiRiccardo ScamarcioElena LiettiChiara AbalsamoGiulia CoppariGea Dall’ortoAlba RohrwacherAdriano GianniniAlice AdamuLetizia ArnòDenise TantucciAnna BonaiutoPaolo GraziosiStefano DionisiTommaso Ragno

Paese:Italia, Francia

Durata:119 min

Distribuzione:01 Distribution

Sceneggiatura:Nanni MorettiFederica PontremoliValia Santella

Fotografia:Michele D'Attanasio

Montaggio:Clelio Benevento

Musiche:Franco Piersanti

Produzione:Sacher Film e Fandango, con Rai Cinema e Le Pacte

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

bianco.png