Lunedì, 29 Ottobre 2012 10:52

E-book. L’Italia peggiore di Pino Ciociola

Scritto da

San Giuliano e la sua scuola dieci anni dopo  processo (e condanne) per una strage di bambini  

ROMA - «Neanche un canile andrebbe costruito come fu costruita la scuola a San Giuliano di Puglia». Il 31 ottobre di dieci anni fa ventisette bimbi e una maestra vennero uccisi da un edificio che avrebbe dovuto proteggerli come e più della loro stessa casa. Un’intera generazione quella mattina venne spazzata via. E non fu il terremoto ad assassinarla.
***
Inviato speciale di Avvenire, autore e conduttore radiofonico, Pino Ciociola collabora con testate televisive e radiofoniche. Nell’ottobre 2003 ha pubblicato per le Paoline Edizioni il libro “La scuola assassina” sulla strage di San Giuliano di Puglia e vari altri libri.
Nel 2002 gli è stato assegnato il “Premio Giornalistico Dino Buzzati” per i reportage dal terremoto in Molise e Puglia, consegnatogli dalla vedova dello scrittore, Almerina. Nel 2006, nell’ambito dello stesso Premio, gli è stato conferito un Riconoscimento speciale «per la notevole importanza dell’inchiesta condotta sulla scuola di San Giuliano, dalla quale è scaturito il processo in corso». Fra i premi ricevuti, nel 2004 il “Riconoscimento speciale” dall’Unione cronisti italiani, nell’ambito del “Premio cronista dell’anno”, consegnatogli al Quirinale dal presidente della Repubblica. E nel 2010 il “Premio Livatino” per l’impegno sociale dai Comitati spontanei antimafia della Sicilia.

Acquista l'e-book

bianco.png